Crollo viadotto, Rixi: Liguria sempre più isolata

Pol/Gal

Roma, 25 nov. (askanews) - "Mentre in Liguria stanno chiudendo viadotti e tratti di autostrada rendendo la regione pressoché irraggiungibile, il governo nicchia, totalmente privo di un piano strutturale di interventi. Il nodo di Genova è al collasso, il porto di Genova e quello di Savona, la prima Autorità di sistema portuale del Paese, sono di fatto isolati: non possiamo neppure immaginare quali siano le ricadute sull'intera economia nazionale e su tutto l'indotto portuale. Il ministro De Micheli batta un colpo, non c'è tempo da perdere e convochi i concessionari autostradali per fare un piano strutturale di emergenza". Lo dichiara il deputato della Lega e responsabile nazionale Infrastrutture Edoardo Rixi a seguito della notizia della chiusura anche della A26, in entrambe le direzioni, nel tratto compreso tra l'allacciamento con A10 e svincolo di Masone, per verifiche tecniche su viadotti Fado Nord e Pecetti Sud.

"Sul monitoraggio delle infrastrutture non si può più perdere tempo - conclude Rixi - Ansfisa c'è e allora diventi operativa al più presto, altrimenti continueremo a subire le emergenze anziché prevenirle, come dovrebbe accadere in un Paese civile".