Coronavirus, Speranza: "Crisi senza precedenti"

webinfo@adnkronos.com

"Voglio continuare a credere che questo sia un grande Paese, che si ritrova di fronte ad una situazione di effettiva difficoltà e di serietà. Inedita rispetto al passato. E' un fatto completamente nuovo, non è mai accaduto prima, a livello globale. Ci troviamo ad affrontare una crisi che, sinceramente, è senza precedenti. Penso che il Paese abbia la forza e l'energia per andare avanti". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, rispondendo a Lucia Annunziata durante la trasmissione 'In mezz'ora', su Rai Tre.  

"Abbiamo bisogno di un patto vero con le persone. I comportamenti virtuosi di ciascuno sono decisivi. I decreti non bastano. Tutto quello che stiamo facendo è sicuramente utile e importante. Ma senza una scelta di natura individuale, senza comportamenti corretti da parte di ciascuno, la battaglia diventerà sempre più complicata da giocare", ha aggiunto. 

"La blindatura delle prime zone rosse è sostanzialmente superata. Anche perché la situazione epidemiologica è cambiata", ha detto soffermandosi sui provvedimenti appena varati. "Queste decisioni che stiamo assumendo sono ispirate dai nostri scienziati - ha ricordato - Il messaggio di fondo che diamo è molto netto all'opinione pubblica: questo virus non è uno scherzo. E' una questione seria, che mette a dura prova le nostre strutture sanitarie, che stiamo provando a rinforzare" anche con atti presi nelle scorse ore. Ma l'obiettivo è quello di "contenerne la diffusione, e dunque atteggiamenti consoni e il rispetto di queste norme" è importante.