Crotone, Gerardo Sacco: "La situazione peggiora, mezza città sott'acqua"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Un violento nubifragio si è abbattuto su Crotone e il Comune ha chiesto ai cittadini di restare a casa. "Purtroppo la situazione va peggiorando, la pioggia non diminuisce e mezza città ora è sott'acqua. In particolare, nella zona industriale l'acqua ha fatto danni immensi. Sarà dura per la città riprendersi da questa alluvione, che si abbatte su un territorio già duramente provato dalla pandemia" dice Gerardo Sacco, il maestro orafo crotonese, che si mostra meno ottimista di questa mattina conversando nuovamente con l'Adnkronos "dopo ore e ora di pioggia incessante".

"La corrente elettrica nel mio quartiere non è ancora tornata. Diverse centraline sono saltate. L'unico dato positivo in questa tragedia è che essendosi scatenata l'alluvione di notte e in un momento in cui siamo comunque in lockdown da zona rossa, non ci sono notizie di danni alle persone", aggiunge Sacco.

Stamattina il maestro orafo, ripresosi brillantemente dall'infezione da Covid, aveva spiegato che "per fortuna, gli allagamenti hanno risparmiato sia il laboratorio sia la boutique-museo del gioiello, che sono salvi". La sua boutique di Via Silvio Paternostro è un vero e proprio museo del gioiello dove è possibile ammirare le sue creazioni più iconiche, che hanno segnato oltre alla moda anche la storia del cinema e del teatro (per citarne una, il gioiello che Liz Taylor indossò sul set del 'Il Giovane Toscanini').