Crotone, polizia chiude il cerchio su omicidio Tersigni: 4 arresti

Gtu

Roma, 3 ott. (askanews) - La polizia di Crotone ha concluso le indagini relative all'omicidio di Giovanni Tersigni, assassinato la sera del 7 settembre in pieno centro, poco distante dalla sua abitazione: arrestate quattro persone, ritenute responsabili dell´agguato, mentre un'altra persona coinvolta, era già detenuta, arrestata poco dopo l'omicidio con un chilo di eroina. Le quattro persone sono state individuate grazie al lavoro investigativo della squadra mobile che, grazie anche all'analisi delle immagini di numerose telecamere della città, ha individuato il gruppo coinvolto nell'omicidio e, successivamente, ha raccolto numerosi elementi a carico che hanno confermato le responsabilità.

Gli investigatori hanno documentato - anche grazie ai video - i momenti preparatori dell'agguato: due persone sono arrivate da Catanzaro in auto, e, nel primo pomeriggio, si sono recati nell'abitazione di un altro membro del commando. Dalla casa sono poi usciti insieme, pochi minuti prima dell'omicidio, quattro persone, con l'aspetto parzialmente travisato. Tre si sono diretti verso la piazza dove si trovava la vittima, un quarto, individuato come mandante, si è allontanato per poi ricomparire nella piazza al momento dell'agguato.

Le immagini delle telecamere hanno ricostruito anche la fuga per le vie cittadine del gruppo, mentre uno di loro si sbarazza dell'arma usata per colpire a morte la vittima, buttandola in un cassonetto. I due catanzaresi sono poi rientrati nella loro provincia. Poco dopo il delitto la polizia ha rintracciato il primo componente, riconosciuto come colui che aveva cercato materialmente di sbarazzarsi della pistola calibro 7.65, usata per commettere il delitto.