Crypto brokerage e social trading decentralizzato, come evolve settore crypto?

Fabio Carbone

Conferma su conferma, dopo l’apertura di Coinbase ai trader professionisti con alti volumi di trading, ecco arrivare la piattaforma di crypto brokerage di Huobi, annunciata durante Davos 2020, il meeting annuale del World Economic Forum in corso fino al 24 gennaio.

La conferma di cosa? Della crescita dei clienti istituzionali appassionati di criptovalute, Huobi rivela che ha ora 1.700 investitori, una crescita del 400% rispetto al terzo trimestre del 2019.

Del resto anche il sondaggio di The Block condotto sui consulenti finanziari ha messo in luce che cresce la richiesta di introdurre i crypto asset nel portfolio finanziario degli investitori.

Huobi Brokerage è attiva nelle maggiori nazioni del mondo eccetto che per gli investitori residenti in Cina.

La piattaforma di crypto brokerage fa parte del GIB Huobi Global Institutional Business, la divisione dedicata ai grandi investimenti di Huobi Global che punta ad estendere il campo d’influenza dei crypto asset contaminando la finanza tradizionale.

GIB ha uffici a Londra, Singapore e Hong Kong e nel 2020 è prevista l’apertura di altre sedi strategiche.

Come funziona Huobi Brokerage?

I clienti di Huobi Brokerage hanno a disposizione una piattaforma di accesso a vari crypto exchange su cui operare, in particolare attraverso l’exchange Huobi. Le operazioni avvengono OTC (over-the-counter).

Huobi Brokerage funziona come Tagomi negli USA, è quindi aperta agli investitori istituzionali ma anche ad investitori privati con un “grande appetito” nei confronti delle criptovalute.

2019 l’anno degli investitori istituzionali pionieri, il 2020 della massa

Huobi Global si attende che il 2020 sia l’anno in cui affluirà la “massa” degli investitori istituzionali nel settore delle criptovalute. Mentre il 2019, come preannunciato da più analisti nel 2018, è stato l’anno dei primi grandi investitori, dei pionieri. Il crypto brokerage potrebbe essere una delle parole del 2020 crypto quindi.

Cosa potrebbe significare questo per il futuro delle criptovalute?

Da un punto di vista del trading, chi ha grandi disponibilità economiche è sempre alla ricerca di nuove possibilità di diversificare il capitale, di metterlo quanto più possibile al riparo da eventi imprevisti.

E per fare ciò è necessario “giocare” su più tavoli contemporaneamente. I crypto asset sono il tavolo aggiuntivo del momento.

I piccoli investitori non sono esclusi e l’ingresso dei grandi non è un pericolo se si resta vigilanti.

Il social trading decentralizzato su Ethereum

Set Protocol ha realizzato la sua piattaforma di social trading decentralizzato su Ethereum, allo scopo di connettere gli utenti tra loro per ricavare alti ricavi condividendo le strategie di trading degli esperti di mercato.

Per chi conosce eToro sa bene cosa sia il social trading, dal momento che questo broker ha praticamente inventato il social trading trasformando la sua piattaforma di trading con i CFD, in una piattaforma allargata alla socializzazione con altri trader e con i professionisti, ma implementando anche l’opzione del copy trading.

Come funziona Set Protocol

Nata nell’aprile del 2019 al momento la piattaforma può contare su 1.600 indirizzi unici che detengono un set, un basket di token che si ribilanciano automaticamente in base a vari indicatori tecnici.

La piattaforma gestirebbe al momento 2 milioni di dollari di crypto asset.

Come funziona Set Protocol. I trader professionisti si iscrivono alla piattaforma e in cambio di una fee possono cedere una quota del proprio set agli utenti che ne fanno richiesta. Questi ultimi beneficeranno degli eventuali guadagni maturati dal professionista, ma ne condivideranno anche le eventuali perdite ovviamente.

Per ora vi opererebbero 10 trader professionisti, tra cui il turco Fidelitas Lex, CryptoCat, il CEO di Wyre Michael Dunworth con 20 strategie personali.

Entro il 2020 Set Protocol spera di coinvolgere centinaia di trader professionisti per attrarre poi i trader retail.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: