Csm, Anm: fortemente contrari a ogni forma di sorteggio

Rar

Milano, 1 dic. (askanews) - L'Anm "intende fornire il proprio consapevole contributo per la riforma, più volte giustamente invocata in questi anni, del sistema elettorale del Csm. Va però ribadita con forza la contrarietà ad ogni forma di sorteggio, sia per gli evidenti profili di incostituzionalità, sia per il tremendo messaggio di sfiducia contro il corpo elettorale dei magistrati". E' quanto si legge nella mozione finale del XXXIV congresso dell'Associazione nazionale magistrati.

"La vera sfida, che riguarda tutti noi - l'Istituzione, i consiglieri superiori, l'Anm, i gruppi associativi ed i singoli magistrati - è quella di riuscire a considerare il Csm come un insostituibile organo di garanzia, al quale è demandato il fondamentale compito del Governo Autonomo della magistratura, e non come il comitato incaricato di riconoscere o negare le aspettative di carriera dei singoli".