Csm, Bonafede: interrompere commistione tra politica e magistratura

Red/Cro/Bla

Roma, 10 dic. (askanews) - "Lo scandalo che ha investito il Consiglio superiore della magistratura, e su cui la trasmissione 'Report' ieri ha realizzato un'approfondita inchiesta, è una pagina dolorosa per tutta la giustizia italiana. Pur senza entrare nel merito dell'inchiesta, com'è giusto che sia, mi preme rassicurare i cittadini italiani: abbiamo lavorato e continuiamo a lavorare con il massimo impegno per difendere l'autonomia e l'indipendenza della magistratura". Lo scrive il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede su Facebook sottolineando che "la proposta di riforma che abbiamo portato in maggioranza all'inizio di ottobre ha l'obiettivo di interrompere una volta per tutte la commistione tra politica e magistratura, nonché le degenerazioni del correntismo".

"I magistrati italiani sono tra i migliori del mondo e non meritano di vedere che il loro ottimo lavoro venga infangato. Magistrati liberi e autonomi che non rispondano a nessuno se non alla legge rappresentano una garanzia per ciascuno di noi. I primi confronti interni alla maggioranza sono stati molto proficui: anche in questo caso i cittadini non possono più attendere", sottolinea il guardasigilli.