Csm, Curzio: grave scopertura organico Corte Cassazione

Bla

Roma, 30 lug. (askanews) - Grave scopertura di organico della Corte di cassazione. E' l'allarme lanciato oggi nel corso del Plenum del Csm, dal primo presidente della Cassazione, Pietro Curzio. "Ad oggi mancano 80 consiglieri. Con una carenza di magistrati di queste dimensioni la Corte non è in grado di svolgere il fondamentale ruolo che le è assegnato", ha detto Curzio sottolineando "la contraddizione insita nel fatto che un anno e mezzo fa si ritenne di incrementare l'organico della Corte in considerazione dell'ulteriore aumento del numero dei ricorsi dovuto a vari fattori ed in particolare alla eliminazione del grado di appello nelle cause in materia di immigrazione".

"Ma questo incremento è rimasto solo virtuale perché non sono stati coperti né i nuovi posti, né le vecchie scoperture. Questa stasi è dipesa dalla scelta di cambiare le regole di accesso alla Corte mediante l'elaborazione di una nuova circolare. È fondamentale, pertanto, approvare la nuova circolare quanto prima, in modo da poter bandire subito un concorso di grandi dimensioni per la copertura dei numerosi posti vacanti", ha aggiunto durante la discussione sulla nuova Circolare del CSM sui "trasferimenti orizzontali" dei magistrati alla Corte di Cassazione e alla Dna, la cui approvazione è stata differita a settembre.

Sul contenuto della circolare, il Primo Presidente, non avendo partecipato al lungo processo di elaborazione del testo, si è limitato a suggerire l'opportunità di "non rimetterne in discussione la struttura, il che potrebbe determinare ulteriore allungamento dei tempi o l'approvazione di un testo con contraddizioni interne. Ha tuttavia suggerito di ricalibrare il rapporto tra la parte valutativa e la parte basata su automatismi, incrementando il peso della valutazione della idoneità del magistrato a svolgere le funzioni richieste e riducendo il punteggio basato su di un mero calcolo matematico collegato al percorso professionale del magistrato".

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.