Csm, Ermini: evitare sorteggio, nessuna chiusura a ipotesi riforma -2-

Bla

Roma, 5 nov. (askanews) - "Il doveroso riconoscimento della decisa e virtuosa reazione dell'Istituzione a seguito degli eventi critici dello scorso mese di maggio non si traduce in una pregiudiziale chiusura alle intenzioni di riforma preannunciate dal Governo", ha proseguito il vice presidente, riferendosi all'inchiesta della Procura di Perugia, in cui è rimasto coinvolto l'ex togato Luca Palamara.

"E intenzione del Consiglio incamminarsi su un percorso di rinnovamento (anche attraverso interventi di autoriforma che incidano sulla propria organizzazione: penso, ad es. ad una modifica del regolamento volta ad introdurre un serio e trasparente meccanismo concorsuale per la nomina dei magistrati segretari) che renda più agevolmente raggiungibile l'obiettivo di restituire un volta per tutte ai gruppi correntizi il ruolo di laboratori di idee sui temi della giustizia, evitando che i loro particolari interessi possano inquinare le determinazioni consiliari", ha spiegato Ermini.