Csm, Napoli (Fi): attenti a non trasformare democrazia in lotteria

Pol/Vlm

Roma, 1 ott. (askanews) - "Il vento dell'antipolitica e del populismo è calato rispetto a qualche mese fa ma non è scomparso del tutto. L'idea di affidare al sorteggio la nomina dei membri del CSM è non solo impraticabile ma gravemente lesiva del principio di responsabilità su cui si fonda il sistema democratico. Vedo che anche nel Pd cominciano ad allignare le pulsioni populiste dei Cinquestelle, come è accaduto in Umbria con la proposta, poi ritirata, di multare con 30 mila euro i candidati che, una volta eletti, dovessero cambiare casacca". Lo dichiara in una nota Osvaldo Napoli, del direttivo di Forza Italia alla Camera.

"Beppe Grillo lanciò non molto tempo fa l'idea di affidare al sorteggio la nomina dei parlamentari, con ciò aprendo la strada a una strategia di delegittimazione delle istituzioni rappresentative. Se qualcuno immagina che Parlamento e CSM possano affidare al lancio dei dadi la loro composizione vuol dire che le condizioni di salute della democrazia parlamentare sono davvero precarie. Il Pd fin dove pensa di spingersi nell'assecondare le spinte populiste dell'alleato grillino? Quale prezzo Zingaretti e Renzi sono disposti a pagare, e a far pagare agli italiani, pur di rimanere al governo?", conclude.