Csm: nomina Pg Cassazione, da V Commissione escono tre nomi

Bla

Roma, 7 nov. (askanews) - Per l'incarico di Procuratore Generale della Corte di Cassazione, dopo il pensionamento anticipato di Riccardo Fuzio, la V Commissione del Csm, che si occupa degli incarichi direttivi, non trova la quadra e propone tre nomi. Nella seduta odierna, a Palazzo dei Marescialli, ha ottenuto tre preferenze il Pg di Roma, Giovanni Salvi, votato dal presidente della Commissione, Mario Suriano (AreaDg), dal consigliere Piercamillo Davigo (A&I) e dal laico Alberto Benedetti (M5S). Due voti sono stati espressi a favore del Pg di Napoli, Luigi Riello, da parte della togata Loredana Miccichè (Mi) e del laico Michele Cerabona (Fi). Un voto è andato all'avvocato generale della Cassazione, Marcello Matera, da parte del consigliere togato Marco Mancinetti (Unicost).

La pratica della V Commissione, con le tre proposte, arriverà in plenum per la decisione finale nelle prossime settimane.