Csm: Verini (Pd), 'dopo penale e civile pagina per giustizia più giusta'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 26 apr. (Adnkronos) – “La legge di riforma dell’Ordinamento giudiziario e del CSM votata dall’Aula della Camera rappresenta una buona sintesi, che potrà contribuire anche a favorire quel necessario e profondo rinnovamento di cui la Magistratura italiana ha bisogno". Così il deputato PD Walter Verini, relatore della riforma alla Camera.

"Ci sono innovazioni (valutazioni professionali fondate sul merito, separazione politica-magistratura, parità di genere, più dialogo e peso all’Avvocatura nelle valutazioni, no nomine a pacchetto, lotta al correntismo). Sono stati difesi principi fondamentali a tutela dell’indipendenza della Magistratura, che poteva essere messa in discussione da rischi legati a proposte – respinte anche perché di probabile incostituzionalità – come la responsabilità civile diretta, il sorteggio".

"Ci auguriamo ora che il clima tra Governo, Parlamento, Magistratura e Avvocatura sia improntato al confronto e al dialogo. Questo Parlamento, in un anno – insieme con il Governo e la Ministra Cartabia – ha saputo approvare due importanti riforme (Penale, Civile) e sta conducendo in porto questa del Csm. Erano decenni che riforme di sistema non vedevano la luce e che la giustizia era usata come clava per lo scontro politico. Questo è molto importante per dare al Paese, ai cittadini, un sistema giudiziario efficace, giusto, moderno”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli