Cuba, entro sabato la nomina di un primo ministro -2-

Coa

Roma, 18 dic. (askanews) - In teoria, l'esistenza di un primo ministro significa una separazione dei poteri, ma "la figura proposta oggi (a Cuba) è quella per una separazione di funzioni, all'interno del concetto comunista di unità politica", che è il risultato diretto dell'idea di Partito unico, osserva Arturo López-Levy, ricercatore dell'università Holy Names in California, citato dall'Afp.

Il Partito Comunista Cubano (PCC) è l'unico partito politico autorizzato sull'isola. E anche il suo giornale ufficiale, Granma, ha chiarito: "Ciò che è previsto è che il capo dello Stato abbia un potere significativo e che sia assistito dal primo ministro nell'esercizio delle sue funzioni di governo".(Segue)