Cucchi, Ilaria: domani sentenza processo per morte Stefano. Quello vero -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 13 nov. (askanews) - "Tantissime persone ci chiamano. Vogliono esserci. Stefano non è solo. Non è stato dimenticato. Io ed i miei genitori siamo allo stremo delle forze. Loro hanno tanta fiducia ed un pò la rassegnazione di un padre ed una madre cui è stato tolto in modo terribile un figlio. Nulla vi può essere di peggio. Seduta a tavola guardo Fabio scrivere. Fa finta che sia una serata normale ma ci riesce proprio male. Dai Stefano! Dacci una mano da lassù!", aggiunge Ilaria.

Domani, da un lato di fronte alla Corte d'assise nell'aula bunker di Rebibbia, si definirà in primo grado il processo a cinque carabinieri, due dei quali accusati di omicidio preterintenzionale - per loro il pm Giovanni Musarò ha chiesto 18 anni di reclusione - per il pestaggio avvenuto in caserma. Dall'altro lato, ci sarà la sentenza d'appello - la terza, dopo i due rinvii della Cassazione - per cinque medici accusati di omicidio colposo dopo due rinvii da parte della Corte di Cassazione.