Cucchi, M5s: la magistratura sta lavorando per la verità

Tor

Roma, 6 feb. (askanews) - "Le motivazioni della sentenza della Corte d'Assise di Roma nel processo che ha visto la condanna di due carabinieri per la morte di Stefano Cucchi sono la triste conferma di una verità giudiziaria dolorosa: Cucchi morì per una serie di fattori originati da una lesione, tra i quali non figura l'epilessia, come era stato inizialmente ipotizzato. La magistratura sta quindi facendo il possibile per fare luce sulla morte di un ragazzo che era in quel momento affidato allo Stato". È quanto affermano in una nota i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Giustizia alla Camera.

"La giustizia sta restituendo dignità a una famiglia che ha sofferto per anni per l'assenza di chiarezza su quanto è accaduto a Stefano. Un fatto inaccettabile in uno stato di diritto. Ci auguriamo che il percorso giudiziario prosegua con la collaborazione di tutti i soggetti coinvolti, nell'interesse della famiglia Cucchi e delle stesse istituzioni", concludono i deputati M5s.