Cuccioli morti in uno scatolone: taglia da 1.000 euro sul colpevole

Rescued dogs are seen at a shelter run by Yang Xiaoyun in Tianjin, China, July 8, 2015. Yang said she spent 300,000 RMB ( 48,248 USD) to purchase 500 dogs to rescue them from dog meat dealers at Yulin's annual dog meat festival last month. She keeps more than 1,000 dogs in her shelters, mostly abandoned or she purchased from dog meat traders.   REUTERS/Kim Kyung-Hoon
Cuccioli morti in uno scatolone: taglia da 1.000 euro sul colpevole (REUTERS/Kim Kyung-Hoon)

Un'intera cucciolata di cagnolini abbandonata in un cartone e lasciata morire dopo una lunga agonia. E ora parte la caccia al colpevole: 1.000 euro a chi lo trova. Succede a Borgo Canicassè, in provincia di Caltanisetta, dove dieci cuccioli di cane sono stati rinvenuti privi di vita, a causa del caldo di questa stagione anomala e della mancanza d’acqua e di cibo. Molto probabilmente erano rinchiusi all’interno dello scatolone da diversi giorni, se non settimane.

Una scena straziante quella che si è presentata agli occhi di un ragazzo che, trovati i cadaveri di questi poveri cagnolini, ha subito cercato un'associazione di volontariato per cani abbandonati ma, mentre controllava che fossero davvero senza vita, si è accorto che uno dei cuccioli stava ancora stava respirando.

Nonostante le cure dei veterinari eseguite presso un canile di Caltanissetta, l’unico cane superstite non ce l’ha fatta poiché era in una situazione troppo grave e irrimediabilmente compromessa. Addirittura, per la fame, aveva mangiato parti dei corpi inermi degli altri cagnolini già deceduti.

LEGGI ANCHE: Animali abbandonati, Enpa: "Quest'estate aumentati del 15% nelle nostre strutture"

Intanto si sta lavorando per risalire al responsabile: la rete dei volontari animalisti, le associazioni Oasi dei Pelosy, WWF Sicilia centrale e il gruppo “Randagini sotto un tetto" hanno messo una taglia di 1.000 euro per chiunque fornisca informazioni utili per denunciare chi ha commesso il reato e assicurarlo al corso della giustizia. Tale crimine è punito dall’articolo 727 del codice penale, con l'arresto fino a un anno o con l'ammenda da 1.000 a 10.000 euro.

LEGGI ANCHE: Giarre, sconto Tari per chi adotta un cane randagio

A Caltanissetta, purtroppo, sono scene già viste e riviste: il fenomeno dell’abbandono di cucciolate “indesiderate” è una vera e propria piaga. Stando a numerose testimonianze locali, tantissimi cittadini “insospettabili”, proprietari di cani non sterilizzati, appena nasce una cucciolata, non hanno alcun scrupolo a disfarsene abbandonandoli in periferia, all’interno di scatole poste vicino ai siti di raccolta dei rifiuti o agli incroci delle strade. In questo modo, i cuccioli muoiono subito, o come in questo caso lentamente, di denutrizione o vengono investiti dalle auto.

GUARDA ANCHE: Hai trovato un cane abbandonato? Ecco chi chiamare