Cucinare Facile: ciambella classica o al frutto della passione

webinfo@adnkronos.com

Roma, 22 Novembre 2019. Quando si hanno ospiti a pranzo o a cena, si ha sempre un po’ paura di sfigurare. Per questo non sono pochi quelli che si ritrovano a cercare nuovamente il corretto procedimento di ricette che hanno già cucinato decine e decine di volte, provando a pensare, inventare o a rubare delle nuove varianti da sperimentare, dei nuovi sapori da aggiungere e da far gustare ai proprio amici. 

Siti come quello di Cucinare Facile, sono molto utili in questi casi. Offrono, a chi soffre di un po’ d’ansia da prestazione, di avere sempre a portata di mano il procedimento per la propria ricetta. Questo grazie alla possibilità di accedervi attraverso dispositivi mobili, come smartphone e tablet, anche nel bel mezzo della fase di preparazione. 

Antipasti, primi, secondi, o anche un bel dolce. Sono tantissime le scelte che si possono consultare e adoperare a seconda dei propri gusti e interessi. Se si comincia da zero, non si è dei veri e propri cuochi provetti, ma più che altro in prova, allora forse è meglio cominciare con idee semplici e ricette che non richiedano particolare maestria o esperienza. 

Ad esempio, un dessert, o anche una merenda a seconda dell’utilizzo che si vuole fare, molto rapida e facile da realizzare è quella della ciambellone. Il famoso dolce che può essere fatto in diversi modi, scegliendo di optare per una ricetta della ciambella classica, oppure bicolore, mischiando cioccolato all’impasto durante la preparazione, o anche ripieno, a seconda dei propri gusti. 

Come preparare il ciambellone 

Ingredienti: 

•300 g di farina 00 

•4 uova a temperatura ambiente 

•100 gr di latte intero a temperatura ambiente 

•1 pizzico di sale 

•10 g di lievito in polvere per dolci 

•2 scorze di limone 

•1 baccello di vaniglia 

•250 g di burro a temperatura ambiente 

•200 g di zucchero 

Prima di ogni altra cosa, bisogna procurarsi uno stampo a ciambella adatto per l’operazione che si vuole svolgere. Dopodiché, in una ciotola si versa il burro a pezzetti e lo zucchero, che va montato con le fruste elettriche finché non si ottiene un risultato finale chiaro e spumoso.  

Versate le uova, uno alla volta, nello stesso contenitore. Assicurarsi che l’uovo sia ben addensato, prima di passare all’altro.  

Una volta che si è creata un amalgama ben composta, si aggiunge il sale, i semi del baccello di vaniglia e la scorza di limone. Si può scegliere liberamente di grattugiare quest’ultima sul momento, se lo si preferisce. 

Si aspetta qualche secondo, si lascia riposare un attimo il composto e dopodiché si aggiunge il latte un po’ alla volta, inserendo contemporaneamente in alternanza la farina setacciata con il lievito. Ora tutto il resto del lavoro sta alle fruste elettriche, che hanno il compito di creare una compagine finale omogenea e priva di grumi. 

Ora ci si può concentrare sullo stampo. Bisogna passargli tutto intorno il burro rimanente, infarinarlo e versargli all’interno l’impasto. Poco prima di fare questo, bisogna preriscaldare il forno, nel quale poi dovrà essere inserito il ciambellone per una cottura in modalità statica a 180 gradi per 45/50 minuti.  

Sempre meglio riporre lo stampo nella parte inferiore del forno. Si potrà capire se la ciambella è pronta per essere sfornata dalla sua superficie, che si presenterà dorata se la cottura è giunta al termine.  

Bisognerà a quel punto sfornarla, lasciandola raffreddare leggermente per qualche minuto all’interno dello stampo stesso. Dopodiché si può tranquillamente toglierla da lì e porla in un qualsiasi piatto da dolci. 

Dare più carattere al ciambellone 

A seconda del tipo di ciambella che si è scelto di fare, si può optare per diverse scelte di impiattamento. Un buon modo di presentare la ciambella classica è quella di associargli della frutta, soprattutto di stagione.  

Si possono aggiungere accanto, o sulle fette tagliate della ciambella, pezzi di fragole, di banana oppure maracuja, o frutto della passione.  

Un altro accompagnamento molto gradita è sempre quello del cioccolato. Si possono prendere delle tavolette di cioccolato (a latte, fondente, bianco, ecc ecc) e tritalo finemente. Lasciandolo poi cadere a mò di velo sopra il ciambellone, dandogli così una finta glassatura.  

Il cioccolato può essere pure in tazza, caldo, e il ciambellone di accompagnamento ad esso. 

Oppure si può servire con una coppetta di gelato alla vaniglia o di panna sopra, magari se proposto come dessert digestivo, accanto anche ad una bella tazza di caffè fumante. 

Per maggiori informazioni 

Sito web: https://www.cucinarefacile.com/ 

Progetto a cura di: Seowebbs Srl 

Comunicato a cura di: Img Solutions srl