Cultura: Mattarella, 'istituzioni e cittadini proteggano bellezza Italia' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Un percorso pedagogico -ricorda Mattarella- che attraversa la Costituzione, segnalato da Costituenti come Concetto Marchesi e Aldo Moro: la Carta fondamentale non come libro inerte bensì come documento vitale e fertile, capace di proporre un’etica pubblica condivisa dagli italiani, coltivata nel tempo come dimensione di vita civile".

"Il disegno dell’articolo 9 della Costituzione è di straordinaria importanza, perché non solo prescrive un dovere per i pubblici poteri ma sprona anche ogni singolo cittadino a farsi carico in modo attivo e non solo contemplativo della bellezza del nostro Paese. Un impegno ancora più attuale, rivisitato in questi giorni nel dibattito parlamentare, con lo sguardo rivolto alla trasmissione di questo patrimonio alle future generazioni".

"Ci interpellano alcune domande. Cosa significa essere italiani? E, strettamente collegato a questo interrogativo, quale missione culturale l’Italia ha svolto, sta svolgendo, può svolgere, nel rafforzamento dell’identità europea, nel contesto internazionale? E ancora: la cultura ha un ruolo nella ripresa del Paese? Sono domande -conclude il Capo dello Stato- a cui dovremmo rispondere tutti. È un appello, un invito, rivolto anzitutto ai giovani. Per rispondervi facendo crescere una consapevolezza che li riguarda e che riguarda il loro futuro".