Cultura: a Misilmeri torna 'Notturni d'autore', sette incontri su radici e migrazioni

webinfo@adnkronos.com
"Rifacciamo, dopo un anno di pausa, la nostra rassegna di libri e di riflessioni, 'Notturni d’Autore', a Misilmeri. Lo rifacciamo perché, banalmente, ci crediamo. Lo rifacciamo come sempre, al massimo del nostro impegno, del nostro divertimento, della nostra gioia. Lo rifacciamo senza soldi e, soprattutto, senza lasciarci scoraggiare da ciò. Attingeremo a piene mani da risorse molto più preziose: quelle culturali e quelle della volontà di condividere bellezza e nutrimento per la mente”. Così, la giornalista Antonella Folgheretti, ideatrice e curatrice della manifestazione 'Notturni d’autore' che partirà venerdì prossimo, 26 giugno. Il tema sarà incentrata su "radici e ali, ma, come diceva Juan Ramon Jimenez ‘che le ali mettano radici e le radici volino’ - dice - Al centro di questa edizione mettiamo il passato e il futuro della nostra società. Quella di Misilmeri è una rassegna ispirata alla “public history”, in cui il dialogo è con il pubblico e per il pubblico, fuori dalle cattedre". Saranno sette gli appuntamenti di questa quarta edizione, dal 26 luglio al 27 settembre, a cura delle giornaliste Antonella Folgheretti e Giusy La Piana e dell’architetto e fumettista Giuseppe Lo Bocchiaro. Tutti gli incontri si terranno in collaborazione con la libreria Tantestorie di Palermo, e con il patrocinio del Comune di Misilmeri, dell'Associazione Medici di Misilmeri e del Museo delle Spartenze di Villafrati, luogo che racconta le migrazioni. Gli incontri, tutti serali (alle 20.30) e itineranti - secondo una ormai consolidata tradizione occorre portarsi le sedie da casa -, si concluderanno con la degustazione dei vini offerti dalla Enoteca Costa. La IV Edizione di Notturni D’Autore si apre venerdì 26 luglio nell’atrio del Palazzetto della Cultura, al piano terra (gli appuntamenti sono in luoghi accessibili a tutti) con il giornalista di Repubblica Lucio Luca e il suo docufilm sugli indipendentismi, i separatismi, l’Europa unita. Il 2 agosto il blogger e scrittore Giovanni Cupidi e la giornalista Veronica Femminino presenteranno il loro libro, Noi siamo immortali, nell’atrio del Palazzo dello Sport. Il 9 agosto l’incontro al Cortile Grimaldi sarà con il “cuntastorie” e regista teatrale Vincenzo La Lia e il suo libro “Assiettati cà tu cunto”. Il 23 agosto, ai Lavatoi pubblici, Angelo Gambino parlerà di storia locale presentando il suo libro ““Graffiti di ombre. Portella della memoria”. Il 30 agosto appuntamento con lo scrittore e giornalista Salvo Toscano e il suo “Joe Petrosino. Il mistero del cadavere nel barile” al Cortile Grimaldi. La Rivolta del Sette e Mezzo al centro del penultimo incontro, il 13 settembre, con la presentazione de “L’ultimo Risorgimento Settembre 1866, la rivolta del sette e mezzo, curato, tra gli altri, da Aldo Sparti e Mimmo Tubiolo. L’incontro si svolgerà in piazza Cosmo Guastella, davanti alla Fontana Nuova. La rassegna si conclude il 27 settembre nell’atrio del Palazzetto della Cultura con un incontro dal titolo evocativo “Tempesta e altre storie”, un dialogo a più voci su tutte le migrazioni, di ieri e di oggi, che prende le mosse da due libri, Tempesta di Davide Camarrone e La spartenza di Tommaso Bordonaro. “Anche quest’anno – spiegano gli ideatori ed organizzatori - abbiamo scelto i luoghi per la loro bellezza potenziale e per la loro decrepitezza attuale, perché crediamo che portare libri e riflessioni in piazza, in un territorio di frontiera come il nostro, serva anche a riappropriarsi e a rivitalizzare spazi abbandonati, violentati, caduti nel dimenticatoio. Nelle precedenti edizioni le nostre scelte e le nostre idee hanno fatto da sprone e da apri pista. Chissà che la storia non si ripeta: perché è già successo che altri spazi, da noi eletti a location per serate culturali, siano poi stati riscoperti da altre associazioni per nuove iniziative…Ed è così che deve essere.” La rassegna Notturni d’autore da quest’anno avrà una sessione anche autunnale, che partirà ad ottobre.

"Rifacciamo, dopo un anno di pausa, la nostra rassegna di libri e di riflessioni, 'Notturni d’Autore', a Misilmeri. Lo rifacciamo perché, banalmente, ci crediamo. Lo rifacciamo come sempre, al massimo del nostro impegno, del nostro divertimento, della nostra gioia. Lo rifacciamo senza soldi e, soprattutto, senza lasciarci scoraggiare da ciò. Attingeremo a piene mani da risorse molto più preziose: quelle culturali e quelle della volontà di condividere bellezza e nutrimento per la mente”. Così, la giornalista Antonella Folgheretti, ideatrice e curatrice della manifestazione 'Notturni d’autore' che partirà venerdì prossimo, 26 giugno. Il tema sarà incentrata su "radici e ali, ma, come diceva Juan Ramon Jimenez ‘che le ali mettano radici e le radici volino’ - dice - Al centro di questa edizione mettiamo il passato e il futuro della nostra società. Quella di Misilmeri è una rassegna ispirata alla “public history”, in cui il dialogo è con il pubblico e per il pubblico, fuori dalle cattedre". 

Saranno sette gli appuntamenti di questa quarta edizione, dal 26 luglio al 27 settembre, a cura delle giornaliste Antonella Folgheretti e Giusy La Piana e dell’architetto e fumettista Giuseppe Lo Bocchiaro. Tutti gli incontri si terranno in collaborazione con la libreria Tantestorie di Palermo, e con il patrocinio del Comune di Misilmeri, dell'Associazione Medici di Misilmeri e del Museo delle Spartenze di Villafrati, luogo che racconta le migrazioni. Gli incontri, tutti serali (alle 20.30) e itineranti - secondo una ormai consolidata tradizione occorre portarsi le sedie da casa -, si concluderanno con la degustazione dei vini offerti dalla Enoteca Costa. 

La IV Edizione di Notturni D’Autore si apre venerdì 26 luglio nell’atrio del Palazzetto della Cultura, al piano terra (gli appuntamenti sono in luoghi accessibili a tutti) con il giornalista di Repubblica Lucio Luca e il suo docufilm sugli indipendentismi, i separatismi, l’Europa unita. Il 2 agosto il blogger e scrittore Giovanni Cupidi e la giornalista Veronica Femminino presenteranno il loro libro, Noi siamo immortali, nell’atrio del Palazzo dello Sport. Il 9 agosto l’incontro al Cortile Grimaldi sarà con il “cuntastorie” e regista teatrale Vincenzo La Lia e il suo libro “Assiettati cà tu cunto”. Il 23 agosto, ai Lavatoi pubblici, Angelo Gambino parlerà di storia locale presentando il suo libro ““Graffiti di ombre. Portella della memoria”. Il 30 agosto appuntamento con lo scrittore e giornalista Salvo Toscano e il suo “Joe Petrosino. Il mistero del cadavere nel barile” al Cortile Grimaldi. 

La Rivolta del Sette e Mezzo al centro del penultimo incontro, il 13 settembre, con la presentazione de “L’ultimo Risorgimento Settembre 1866, la rivolta del sette e mezzo, curato, tra gli altri, da Aldo Sparti e Mimmo Tubiolo. L’incontro si svolgerà in piazza Cosmo Guastella, davanti alla Fontana Nuova. La rassegna si conclude il 27 settembre nell’atrio del Palazzetto della Cultura con un incontro dal titolo evocativo “Tempesta e altre storie”, un dialogo a più voci su tutte le migrazioni, di ieri e di oggi, che prende le mosse da due libri, Tempesta di Davide Camarrone e La spartenza di Tommaso Bordonaro. 

“Anche quest’anno – spiegano gli ideatori ed organizzatori - abbiamo scelto i luoghi per la loro bellezza potenziale e per la loro decrepitezza attuale, perché crediamo che portare libri e riflessioni in piazza, in un territorio di frontiera come il nostro, serva anche a riappropriarsi e a rivitalizzare spazi abbandonati, violentati, caduti nel dimenticatoio. Nelle precedenti edizioni le nostre scelte e le nostre idee hanno fatto da sprone e da apri pista. Chissà che la storia non si ripeta: perché è già successo che altri spazi, da noi eletti a location per serate culturali, siano poi stati riscoperti da altre associazioni per nuove iniziative…Ed è così che deve essere.” 

La rassegna Notturni d’autore da quest’anno avrà una sessione anche autunnale, che partirà ad ottobre.