Cultura, Toscana accreditata nel Sistema Museale Nazionale

Xfi
·2 minuto per la lettura

Firenze, 28 lug. (askanews) - La Regione Toscana ha chiesto e recentemente ottenuto dalla Commissione per il Sistema Museale Nazionale, presieduta dal direttore generale musei, Antonio Lampis, l'equiparazione del proprio sistema di accreditamento dei musei di rilevanza regionale. "Si tratta - spiega la vicepresidente e assessore regionale alla cultura, Monica Barni - di un ulteriore e importante salto di qualità per il nostro sistema museale. Ci siamo arrivati attraverso una modifica della normativa regionale che ha previsto un adeguamento dei nostri standard a quelli previsti a livello nazionale, costruiti anche a partire dal "caso toscano". E' per noi motivo di grande soddisfazione il fatto che la commissione nazionale abbia approvato all'unanimità la richiesta che abbiamo avanzato, esprimendo apprezzamento per il lavoro che abbiamo svolto. Era un obiettivo che ci eravamo posti ed un traguardo molto atteso dal nostro sistema museale. Ringrazio anche i consiglieri regionali che hanno accolto le nostre proposte di modifica della legge e del regolamento attuativo per andare incontro a questo indirizzo nazionale". Ad oggi sono 88 i musei toscani definiti di rilevanza regionale su un totale di 662 musei pubblici e privati, non di appartenenza statale, presenti sul territorio. Gli 88 saranno accreditati nel Sistema Museale Nazionale, avendo tempo fino al 2022 per adeguarsi ai nuovi Luq, i livelli uniformi di qualità, mentre tutti gli altri musei potranno a partire dal prossimo settembre fare domanda alla Regione Toscana per il riconoscimento della rilevanza regionale, sulla base della nuova normativa. I musei che avranno raggiunto tutti gli standard minimi previsti saranno accreditati sia nel sistema museale regionale che in quello nazionale. I Luq si basano su parametri precisi, relativi alle dotazioni fisse del museo, alle attività culturali ed educative svolte, a quelle di documentazione e di studio, ai servizi di accoglienza, alle ore di apertura al pubblico e altri ancora.