Cuneo fiscale, Crippa (M5s): tagliate le tasse e smentito Salvini

Pol/Vlm

Roma, 24 gen. (askanews) - "Con il taglio delle tasse in busta paga approvato nel Consiglio dei Ministri di ieri abbiamo smentito tutte le menzogne che Salvini ha raccontato per mesi agli italiani. Non potendo negare la realtà dei fatti è costretto a mistificare una misura che rappresenta un sostegno concreto per milioni di famiglie. Lo vada a dire a quei lavoratori che arriveranno a prendere anche 600 euro in soli sei mesi nel 2020, da luglio a dicembre, che si tratta di una misura di poco conto. Forse lo sono per lui, che vive fuori dalla realtà, ma per gli italiani centinaia di euro di minori tasse sono un grande risultato". Così il capogruppo alla Camera Davide Crippa del MoVimento 5 Stelle.

"Lo dica anche ai vigili del fuoco, ai quali abbiamo aumentato lo stipendio, o alle forze dell'ordine a cui abbiamo pagato gli arretrati e aumentato i soldi per il riordino delle carriere. Tutte cose che lui in 15 mesi non è riuscito a fare, riempiendosi la bocca solo di chiacchiere e false promesse. Lo dica ai sindaci dei piccoli comuni, ai quali abbiamo aumentato l'indennità, o a quelli di tutta Italia, per i quali abbiamo stanziato 2,5 miliardi in cinque anni per aprire cantieri su tutto il territorio. Oppure a tutti coloro che da settembre non pagheranno più il superticket, a quei genitori che riceveranno i soldi per pagare tutta la retta dell'asilo per il proprio figlio. Le bugie di Salvini si scontrano inevitabilmente contro una realtà dei fatti che milioni di italiani potranno toccare con mano", continua il deputato.

"Infine, il nostro impegno prosegue anche per le partite Iva. Dopo la conferma per quest'anno del regime forfettario al 15% per chi fattura fino a 65.000 euro, stiamo lavorando per aumentare le tutele di tutti i professionisti e gli autonomi", conclude Crippa.