Cupra Leon eHybrid, a Ginevra la sorella alla spina della Golf GTE

redazione@motor1.com (Francesco Meneghini)
Cupra Leon eHybrid

Sotto il cofano un 1.4 da 150 CV abbinato ad un motore elettrico per 245 CV totali

La nuova Seat Leon nasce da subito con le versioni ibride plug-in, 5 porte e familiare Sportstourer, ma per avere il massimo della sportività dalle spagnole ricaricabili occorre fare un passo in più e cambiare marchio: Cupra.

Il neonato brand di Barcellona propone infatti la Cupra Leon eHybrid col motore 1.4 TSI con aggiunta di motore elettrico che tocca i 245 CV, proprio come la cugina Volkswagen Golf GTE. Anche la eHybrid è offerta con le due carrozzerie, hatchback e wagon.

Baricentro più basso rispetto alla Leon

Esteticamente cambia poco o nulla rispetto alla Cupra Leon standard, se non per due piccoli dettagli: il primo riguarda gli scarichi posteriori, che sulla eHybrid sono due e non quattro, e il secondo lo sportellino della ricarica all'altezza del passaruota sinistro. Per il resto le forme sono le stesse, con le nervature sul cofano e gli elementi neri opachi e lucidi a contrasto con la tinta della carrozzeria che danno a questa eHybrid una bella dose di cattiveria in più rispetto all'idea di ibrida plug-in a cui siamo - per ora - abituati.

Cupra Leon eHybrid

Ma nonostante la potenza non sia eccessiva, non mancano gli elementi che ci fanno capire di essere su una Cupra, logo escluso: davanti si nota subito lo splitter e le prese d'aria maggiorate, di profilo le minigonne laterali e le calotte degli specchietti mentre dietro lo spoiler e il diffusore che ingloba i due terminali. Anche qui, ovviamente, ci sono i fari full LED di serie su tutte le versioni, così come il nuovo disegno LED dei gruppi ottici che, con una sottile linea rossa, tagliano il posteriore. I cerchi sono da 18" ma, a richiesta, si possono avere quelli da 19.

Le dimensioni esterne non cambiano e sono le stesse della Leon standard. Rispetto alla precedente Leon Cupra hatchback, la nuova 5 porte cresce di ben 8,6 cm in lunghezza (4,36 m) ma diminuisce di 1,6 in larghezza (1,80 m) e di 0,3 in altezza (1,45 m). Stessa cosa per quanto riguarda la Sportstourer solo che questa cresce ancora di più in lunghezza (+9,3 cm) toccando i 4,64 m. Entrambe le versioni beneficiano del passo maggiorato di 5 cm (2,68 m), tutto a favore dell'abitabilità posteriore dato che la capacità del bagagliaio rimane quasi uguale a quella della Leon di precedente generazione (380 litri per la 5 porte, 617 per la wagon).

ModelloLunghezzaLarghezzaAltezzaPasso Hatchback 4,36 m 1,80 m 1,45 m 2,68 m Sportstourer 4,64 m 1,80 m 1,44 m 2,68 m

245 CV totali

La Cupra Leon eHybrid va ad affiancarsi, per potenza, alla Cupra Leon base da 245 CV ed è, come già detto, parente stretta della nuova Golf GTE. La cavalleria complessiva infatti è la stessa, solo che qui, invece di avere il classico 2.0 TSI sotto il cofano, abbiamo un più piccolo 1.4 da 150 CV abbinato ad un motore elettrico da 115, per la potenza totale di cui sopra e una coppia massima di 400 Nm. La trasmissione utilizzata è la stessa delle altre Cupra, un automatico doppia frizione DSG a sette marce, mentre la trazione è esclusivamente anteriore.

Parlando di una plug-in però dobbiamo per forza considerare anche batteria e tempi di ricarica. Ad alimentare il motore elettrico c'è una batteria agli ioni di litio da 13 kWh che, secondo i tecnici, assicurerebbe una percorrenza nella sola modalità elettrica di circa 60 km. Ci vogliono 3,5 ore per una ricarica completa da wallbox e 6 tramite presa domestica da 230V. I dati sulle prestazioni ancora non sono stati comunicati.

ModelloPotenzaCoppiaCapacità batteriaAutonomia EVTempi di ricarica Cupra Leon eHybrid 245 CV 400 Nm 13 kWh 60 km 3,5h (wallbox) - 6h (domestica 230V)

Le sospensioni hanno uno schema MacPherson all'anteriore e Multilink al posteriore, con molle e ammortizzatori specifici di base più rigidi e a controllo elettronico grazie al sistema DCC (Dynamic Chassis Control) che, rispetto alla Leon base, ha una modalità di guida di guida in più (Cupra). Grazie a questo sistema il pilota può gestire tutti i parametri in maniera indipendente, dallo sterzo all'assetto, dalla velocità di cambiata al carico volante.

Le ultimissime da Cupra

All'interno tecnologia di ultima generazione

Gli interni sono praticamente identici a quelli della Cupra Leon non ibrida e, di conseguenza, alla Leon standard. L'impostazione generale è quella che già conosciamo, ma a cambiare sono i materiali utilizzati (pelle, Alcantara, plastica soft touch, alluminio) che troviamo su sedili sportivi, plancia e portiere. All'interno c'è tanto spazio, sia per quanto riguarda l'abitabilità che i portaoggetti, con il nuovo cambio shift-by-wire che ha permesso di togliere il meccanismo che collegava la leva alla scatola del cambio a favore di uno elettronico.

Cupra Leon eHybrid

Al centro della consolle troviamo il monitor dell'infotainment da 10" e, dietro il volante, un altro sempre da 10". Grazie a una SIM integrata la macchina è sempre aggiornata su meteo, notizie e traffico oltre che sui parcheggi disponibili e sui prezzi della benzina. Non mancano inoltre tutti i sistemi di mirroring Android Auto e Apple CarPlay, quest'ultimo anche collegabile wireless. Rispetto alla Leon standard abbiamo una schermata in più dedicata alla guida più sportiva che mostra in tempo reale tutti i parametri della macchina.

Non mancano inoltre tutti gli assistenti alla guida più avanzati, dal Cruise Control Adattivo con funzione predittiva (si basa sulla telecamera e sul GPS per rallentare o accelerare) alla Frenata Automatica d'Emergenza, dall'Emergency Assist (frena la macchina fino a fermarsi in caso non arrivino input dal guidatore prima di chiamare i soccorsi) all'Avviso dell'Angolo Cieco che sfrutta i LED interni per avvisare gli occupanti del sopraggiungere di altri veicoli.

Vai allo speciale