Cura Italia, Assindustria Venetocentro: misure inadeguate -3-

Fdm

Roma, 20 mar. (askanews) - "Non ci rassicurano le affermazioni secondo cui durante i 60 giorni per la conversione del Decreto lo si potrà migliorare. Tra 60 giorni in molti potrebbero non esserci più. Le risorse servono subito. Per questo, come anche Confindustria ha proposto, serve un piano shock che impegni risorse quantitativamente più rilevanti, che sostenga maggiormente la liquidità delle imprese, a partire da rateizzazioni fiscali e meccanismi di compensazione". "Un piano come questo - conclude Piovesana - ha bisogno di un ampio sostegno e di solidarietà da parte di tutto il Paese, come il Presidente Mattarella ha più volte richiesto. Ma questo condivisibile appello all'unità non significa non evidenziare quello che oggi appare inadeguato a dare risposte importanti e ampiamente condivise, per fronteggiare l'emergenza e prepararci a ripartire".