CureVac, possibili limitazioni a distribuzione vaccino da Defense Production Act Usa

·1 minuto per la lettura
Il vaccino della società biotecnologica tedesca CureVac contro il Covid-19 viene somministrato a un volontario

BERLINO (Reuters) - La tedesca CureVac, che si prepara a pubblicare i risultati di una importante sperimentazione del vaccino anticovid, ha detto che le restrizioni Usa sulle esportazioni di materiale chiave stanno rendendo impossibile quantificare le forniture in Europa nel breve periodo.

"A causa del Defense Production Act non riusciamo a ottenere determinati beni dagli Stati Uniti", ha detto l'AD di CureVac Franz-Werner Haas al settimanale Der Spiegel.

Il Defense Production Act è una legge esistente negli Stati Uniti da decenni che conferisce alle agenzie federali il potere di stabilire le priorità negli ordini di approvvigionamento legati alla difesa nazionale, ma è stato ampiamente utilizzato anche nel caso di crisi di natura non militare come i disastri naturali.

"Non riusciamo a ottenere tutti i materiali di cui abbiamo bisogno", ha detto Haas.

L'AD dell'azienda biofarmaceutica ha detto che gli articoli che scarseggiano comprendono contenitori speciali in plastica e i nucleotidi, componenti chimici che costituiscono il codice genetico dell'ingrediente attivo del vaccino, il cosiddetto Rna messaggero.

Diversamente dalla rivale BioNTech, che ha siglato una partnership con il colosso farmaceutico Pfizer, CureVac non si è legata ad alcuna azienda statunitense. BioNTech e Pfizer continuano a incrementare la produzione globale e non hanno menzionato il Defense Production Act come un ostacolo alla distribuzione del composto.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Sabina Suzzi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)