"Curo tutti, ma non i cretini": lo sfogo dell'anestesista rianimatore di Milano contro la movida

(Photo: Facebook)

“Io faccio l’anestesista rianimatore per tutti, belli e brutti, ma non per i cretini e gli imbecilli”: Carlo Serini, anestesista dell’ospedale San Carlo di Milano, non ce l’ha fatta a mantenere il silenzio di fronte alle immagini della movida in tutta Italia. E così su Facebook ha scritto un lungo post, condiviso da oltre 90mila persone, dal titolo “Covid-incazzatura”.

“Cari cretini, eliminatevi come preferite che fate un favore all’umanità. Ma non chiedeteci ancora di rivedere e rivivere i tre mesi appena trascorsi, a causa del vostro cretinismo. Io sono in terapia del sonno per sedare e sopire incubi, insonnie e risvegli dopo tre mesi in un ospedale Covid: e voi che fate? L’aperitivo. Cretino è una diagnosi (e oggi arriva gratis), non un insulto”, si legge nella sua riflessione.

 

 

Il post, corredato di foto di assembramenti e di gente senza mascherina, è stato commentato da centinaia di persone. C’è chi scrive: “Dare dei cretini a questa gente qua vuol dire essere ottimisti. Sono peggio, molto peggio! E dire che è passato così poco tempo, che brutti scherzi fa la memoria!”. “Più che cretini siamo ignoranti”, si legge in un altro commento.

E c’è anche chi trova una “giustificazione”: le foto della movida sarebbero prese da altri contesti, non attuali. Non manca poi chi difende i ragazzi: “Fra tanti cretini giovani purtroppo ne vedo parecchi adulti”, recita un commento.

Leggi anche...

Il virologo Di Perri: "Ragazzi, non portate il virus dai genitori che pagano il vostro spritz"

Love HuffPost? Become a founding member of HuffPost Plus today.

This article originally appeared on HuffPost.