Curva Nord Milano: "L'aggressione di S.Siro in realtà è stata la difesa di un ragazzo disabile da un truffatore"

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "In riferimento ad alcuni articoli apparsi nei giorni scorsi riguardo un noto esponente della Nord, la Curva stessa vuole precisare che la dinamica e l'origine dell'accaduto è profondamente diversa da quanto narrato dai media. Ci riferiamo alla notizia rimbalzata su alcune testate giornalistiche in riferimento ad una presunta 'aggressione gratuita' ad un ambulante di origine napoletana fuori da San Siro in occasione di Inter-Liverpool del 16 febbraio scorso". Lo scrive in una nota il direttivo CN69 – Curva Nord Milano.

"Il nostro esponente citato negli articoli è intervenuto per fermare l'azione di quello che viene definito un 'povero ambulante' ma che in realtà era una persona intenta e truffare e derubare i passanti in maniera continuativa nei pressi di San Siro in occasione delle partite dell'Inter. Oltretutto si presentava come 'uno della Curva che raccoglie soldi per la Nord'. Nel caso specifico era stata accolta la richiesta d'aiuto di un ragazzo diversamente abile che era caduto vittima per l'ennesima volta di tale raggiro. Tale fatto è stato poi verificato e confermato dal Giudice stesso delineando un quadro indiziario diverso, molto ridimensionato e meno grave rispetto a quello inizialmente ravvisato".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli