Custoza Doc punta a candidatura in registro Fao paesaggi agricoli

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 giu. (askanews) - Il Custoza Doc celebra i 50 anni e punta, complice l'attenzione del sottosegretario alle politiche agricole Gian Marco Centinaio, all'inserimento dei territori della DOC nel Registro Nazionale del paesaggio rurale e storico e alla candidatura di questi territori per il registro FAO dei paesaggi agricoli.

"Il vino nel nostro paese è il biglietto da visita dell'agroalimentare. Il vino è il prodotto che permette di raccontare il territorio, e dietro ad un bicchiere di Custoza c'è una storia - ha dichiarato Centinaio - Questo territorio, più di tanti altri, può essere inserito in modo autorevole nel registro nazionale e in quello della FAO. Se il Consorzio vorrà prendersi sulle spalle la responsabilità di coinvolgere questo territorio, perché non sarà un progetto legato solamente al vino, io sono pronto a sedermi attorno a un tavolo per ragionare insieme per la candidatura".

La rete di eventi prevista dal Consorzio per l'anniversario continua anche nelle prossime settimane: lunedì 7 Luca Gardini, Migliore sommelier del mondo nel 2010, degusterà live on Instagram le eccellenze della denominazione. Nelle settimane successive, il Custoza incontrerà il mondo, spostandosi virtualmente in Europa, Oriente, Stati Uniti e Canada in una serie di masterclass dedicate a stampa ed operatori tenute da giornalisti di fama internazionale - Kerin O'Keefe (USA e Canada), Walter Speller (Europa), Isao Miyajima (Giappone) - che onoreranno l'unicità della DOC veronese.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli