Cyber security, M5s: Italia leader in Ue per standard elevati

Pol/Gal

Roma, 23 ott. (askanews) - "Con il provvedimento sulla cybersecurity mettiamo il Paese nella condizione di poter vantare elevati standard di sicurezza delle reti e dei servizi, nonché di dotarsi di strutture e procedure in grado di affrontare le sfide poste dalle sempre più frequenti e pericolose minacce informatiche. Istituire un perimetro di sicurezza nazionale cibernetica significa essere in grado di contrastare cyber attacchi e altre minacce in maniera stutturale". Lo dichiarano i deputati del MoVimento 5 Stelle Guia Termini e Davide Serritella, a margine del loro intervento in Aula a Montecitorio per la discussione generale del Decreto legge sulla sicurezza cibernetica.

"Il primo obiettivo è quello di fissare in quattro mesi la deadline per individuare le amministrazioni pubbliche, gli enti e gli operatori pubblici e privati che entreranno a far parte del perimetro cibernetico, a tutela della sicurezza di reti e servizi definiti 'strategici'. Abbiamo anche ritenuto di estendere il cosiddetto 'golden power', i poteri speciali istituiti nel 2012 per proteggere aziende strategiche da acquirenti stranieri, ai servizi di comunicazione a banda larga basati sulla tecnologia 5G. Con questa legge il nostro Paese sarà tra i più avanzati in Europa in tema di sicurezza cibernetica e standard di sicurezza elevati consentiranno al Paese di cogliere le opportunità offerte dalle nuove tecnologie incoraggiando anche gli investimenti", concludono i deputati del MoVimento 5 Stelle.