Cybersecurity: Pmi, il punto su minacce e opportunità al seminario di Forma Camera, Safe e Pid

(Adnkronos) - “Cybersecurity: opportunità e raccomandazioni”, si è svolto il seminario formativo organizzato da Forma Camera – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con Safe, realtà che opera in ambito formazione, eventi e consulenza nel settore energia e ambiente e Pid– Punto Impresa Digitale della Camera di Commercio di Roma. Obiettivo del workshop è stato quello di analizzare le criticità, individuare le opportunità relative al tema della cyber security e di venire incontro alle attuali esigenze delle imprese, rispondendo alle richieste di maggiore consapevolezza in materia. La questione “sicurezza informatica” per le PMI, infatti, è diventata di forte attualità con l’emergenza Covid-19 e, successivamente, con il conflitto Russia-Ucraina, costringendo le imprese a adottare rapidamente soluzioni alternative per garantire la continuità aziendale da remoto. Solamente nel 2021, a livello globale, tra perdite e riscatti, il danno derivante dagli attacchi informatici è stato stimato nell’ordine di 6 trilioni di dollari. Un numero che certifica quanto il fenomeno della cybersecurity sia diventato uno degli argomenti più “caldi” dal punto di vista politico, sociale ed economico.

Per questo motivo, come sottolineato dal Presidente di SAFE, Raffaele Chiulli: “E’ fondamentale, adottare una strategia sistematica e lungimirante in materia di ricerca e innovazione digitale, per garantire più efficienza e produttività, oltre che per promuovere un uso ecoconsapevole delle tecnologie digitali”. Per rispondere alle sempre più importanti sfide della digitalizzazione dell’economia e della società, l’Unione Europea sta elaborando politiche e destinando ingenti fondi per dare alle imprese le competenze e i mezzi per attrezzarsi e crescere. “In questo contesto – ha ricordato Raffaele Chiulli – i fondi stanziati dal PNRR a favore delle aziende italiane che investono nell’innovazione digitale mira proprio a favorire una rivisitazione tecnologica delle piccole e medie imprese”. Un ruolo decisivo sarà svolto anche dalla sensibilizzazione dell’opinione pubblica e dalla formazione di nuove figure professionali, sempre più richieste in quest’ambito.

L’evento ha quindi contribuito a far luce su un tema estremamente attuale, in un contesto sempre più digitale e dinamico, in cui diventa necessario comprendere meglio la portata delle potenziali minacce e, parallelamente, le opportunità in termini di innovazione e competitività, che riguardano non solo le piccole e medie imprese, ma anche le persone e i loro comportamenti. Sono intervenuti al dibattito alcuni esperti di primo piano del panorama cyber security italiano: Matteo Falsetti – CSO & Senior Security Consultant di Enforcer, William Nonnis – Full Stack & Blockchain Developer di ENEA e Giovanna Ruggeri – Head of ICT di EP Produzione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli