D’Uva alla Lega: ”Ancora non capisco il mojito della crisi”

D’Uva alla Lega: ”Ancora non capisco il mojito della crisi”

Quello della fiducia è stato un duro giorno per il Governo Conte bis, con l’esito del voto giunto solo alle 21.26, al termine di una giornata spasmodica. Ad essere ricordata non sarà solamente la fiducia accordata da Montecitorio al Governo Conte 2, ma anche la lunga fila di contestazioni giunte da dentro e da fuori la camera.

Le frecciatine giungono da entrambi gli schieramenti, al governo giallo-rosso si oppongono Lega e Fratelli D’Italia. L’argomento crisi di governo è ancora molto caldo, tanto da permettere al capo gruppo dei pentastellati Francesco D’Uva un gioco di parole sull’estate bollente del segretario della Lega Matteo Salvini.

Francesco D’Uva e l’ironia sulla Lega

Il Capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera Francesco D’Uva durante le dichiarazioni sulla fiducia al Governo si è lasciato andare ad un riuscitissimo gioco di parole: “Potevate aprire la crisi a gennaio, e invece… Ancora non si capiscono i mojiti della crisi, cioè, i motivi…” dice D’Uva alla Lega.

Il finto lapsus del 5 Stelle è stato applaudito a gran voce dai compagni di partito. Il riferimento, scontato, si riferiva alle diverse immagini che ritraevano Matteo Salvini in versione estiva, impegnato in festini sulla spiaggia.

Anche dai banchi del PD non è mancata l’ironia sull’estate riccionese di Matteo Salvini. Solo pochi istanti prima, alla conclusione dell’intervento del capogruppo della Lega Riccardo Molinari, la democratica Alessia Morani innalzava un cartello. Solo 3 parole, anche questa volta il riferimento è chiaro e cristallino: “Tornatene al Papete”.