Da Assica una mappa per scoprire il territorio attraverso i salumi

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 set. (askanews) - Dal Lard d'Arnad DOP della Valle d'Aosta al Salame S. Angelo IGP della Sicilia, l'Italia può essere percorsa da Nord a Sud seguendo l'itinerario tracciato dai salumi. I mesi di settembre e ottobre sono ottimali per gite fuori porta o weekend alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche italiane e Assica propone sul portale www.trustyourtaste.eu consigli d'uso e di consumo sulla carne suina e i salumi.

L'Italia detiene il primato Europeo con ben 43 prodotti a base di carne tutelati, oltre il doppio della Francia (che ne ha 20), e ben più di Germania (18) e Spagna (17) senza contare le innumerevoli specialità locali o le ricette a base di carne suina che si sono affermate nei secoli in ogni Regione, con differenze che a volte variano da comune a comune, per un totale di circa 700 salumi diversi da nord a sud. E il numero pare essere una stima per difetto. Ogni regione italiana ha mantenuto in vita le ricette tradizionali, senza intaccarne l'autenticità.

I salumi italiani oggi vengono preparati con metodi e sistemi che affondano le radici nel passato, conservando la tipicità. La tecnologia, infatti, non ha mai modificato il prodotto, ma ha solo migliorato i processi produttivi e la qualità delle lavorazioni. La tradizione non è stata mai tradita, anche quando l'evoluzione produttiva ha adeguato il prodotto alle necessità nutrizionali moderne. Dagli anni '80 ad oggi, ad esempio, la composizione della dieta del maiale ha subito cambiamenti importanti, che hanno portato a riduzioni del contenuto di grassi di circa il 30%.

Informazioni come queste sono il focus di "Trust Your Taste, CHOOSE EUROPEAN QUALITY", il progetto promosso da ASSICA con l'obiettivo di migliorare il grado di conoscenza e consumo consapevole dei prodotti agricoli UE, attraverso la promozione della cultura produttiva della carne suina e dei salumi, valorizzando gli alti standard europei e la grande tradizione storica che contraddistingue questo comparto. Il Progetto ha durata triennale (2021-2024), si svolge in Italia e Belgio e gode del co-finanziamento dalla Commissione Europea nell'ambito del Regolamento (UE) 1144/2014 (Azioni di informazione e di promozione riguardanti i prodotti agricoli nel mercato interno).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli