Da Beslan a Sandy Hook, scia di sangue a scuola

·2 minuto per la lettura

AGI - La strage in una scuola di Kazan, in Russia, avvenuta la mattina dell'11 maggio e costata la vita a diversi studenti e a un insegnante, è una delle peggiori nel mondo negli ultimi anni. 

E in Russia ha riportato alla memoria quella del 2004 a Beslan, nell'Ossezia del Nord, quando un gruppo di oltre 30 terroristi sequestrò oltre mille persone tra bambini e personale all'interno di un edificio scolastico. Alla fine il bilancio fu tragico con oltre 300 morti (di cui 186 bambini) e 700 feriti.

Di seguito invece le stragi più gravi dell'ultimo decennio:

Brasile

- Due ex alunni uccidono 8 persone, tra studenti e personale, in una scuola superiore vicino alla più grande città del Brasile il 13 marzo 2019. I due aggressori si suicidano una volta compiuta la strage. 

- Un ex studente di 24 anni apre il fuoco in una scuola di Rio de Janeiro, Brasile, uccidendo 12 persone e ferendone molte altre il 7 aprile 2011 prima di togliersi la vita.

Crimea

- Il 17 ottobre 2018, un diciottenne uccide 20 persone tra cui nove bambini e ne ferisce decine prima di suicidarsi in un istituto tecnico che aveva frequentato in passato. 

Stati Uniti

- Dieci persone, tra cui otto studenti, uccisi il 18 maggio 2018 da un 17enne armato di un fucile da caccia e un revolver nella cittadina di Santa Fe.

- Un 19enne, ex studente della Marjory Stoneman Douglas High School espulso per motivi disciplinari, apre il fuoco il 14 febbraio 2018 all'interno della scuola uccidendo 14 studenti e tre adulti del personale.

- In un massacro che ha scioccato gli Stati Uniti, un ventenne di Sandy Hook uccide sua madre prima di prendere d'assalto la scuola elementare locale uccidendo 20 bambini di sei e sette anni e sei membri del personale. La strage è avvenuta il 14 dicembre del 2012.