Da Boric a Macron, i "millennial" che governano il mondo

·2 minuto per la lettura

AGI - Eletto a 35 anni presidente del Cile, Gabriel Boric è fra i più giovani governanti del mondo. Boric, erede politico delle rivolte dell'ottobre 2019, propone di rafforzare il ruolo dello Stato nell'economia, un aumento delle tasse per finanziare la spesa sociale e la fine del sistema pensionistico privato ereditato dalla dittatura. Chi sono, nel mondo, gli altri "giovani" a detenere il potere nelle loro mani.

Giacomo Simoncini, diventato a ottobre scorso, all'eta' di 26 anni, uno dei due capitani reggenti di San Marino

Vjosa Osmani, che lo scorso aprile e' stata eletta presidente del Kosovo a 38 anni

Irakli Garibashvili, diventato a febbraio primo ministro della Georgia a 38 anni

Sanna Marin, diventata primo ministro della Finlandia a fine 2019 all'eta' di 34 anni

Nayib Bukele, eletto presidente del Salvador nel 2019 a 37 anni

Xavier Espot Zamora, divenuto premier di Andorra nel 2019 a 39 anni

Carlos Alvarado, che nel 2018 e' stato eletto presidente del Costa Rica all'eta' di 38 anni

Jacinda Ardern, nominata nel 2017 primo ministro della Nuova Zelanda a 37 anni

Emmanuel Macron è stato eletto nel 2017 presidente della Francia all'età di 39 anni

Fra le monarchie costituzionali, il re del Bhutan, Jigme Khesar Namgyel Wangchuck, e' arrivato al potere nel 2006 all'eta' di 26 anni.

Fra i Paesi che non hanno un sistema democratico, Mahamat Idriss Deby Itno è diventato quest'anno leader della giunta del Ciad a 37 anni, mentre nel Mali il colonnello Assimi Goita è diventato presidente della transizione a 38 anni. C'è poi l'emiro del Qatar, Tamim ben Hamad Al-Thani, divenuto re nel 2013 all'età di 33 anni. Infine, il leader della Corea del Nord, Kim Jong-un, nato probabilmente nel 1983 o nel 1984, che non aveva ancora 30 anni quando prese il posto del padre nel 2011.  

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli