Da Consorzio Net e Corepla campagna per salvaguardia mare da plastica

Redazione



ROMA (ITALPRESS) - Il Consorzio Net, polo d'innovazione "Ambiente e Rischi Naturali" della Regione Calabria, in collaborazione con Corepla, il Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica e con il patrocinio del ministero dell'Ambiente, ha dato il via alla campagna di sensibilizzazione "Da un mare di plastica a un mare di risorse". La campagna, che prende il via da Crotone, toccherà tutta la punta dello stivale e avrà come protagonista la plastica, raccontando la sua storia, le sue qualità, la sua seconda vita e parlando direttamente a tutti i fruitori del mare, ma soprattutto ai ragazzi, più di tutti capaci di essere portatori di cambiamenti positivi. "Obiettivo del progetto - ha dichiarato il presidente di Corepla, Antonello Ciotti - è quello di salvaguardare il mare attraverso l'informazione e la sensibilizzazione dei cittadini sulle infinite opportunità legate alla corretta raccolta e al riciclo della plastica che, se conferita nella raccolta differenziata, può avere una seconda vita. Il patrimonio costiero del nostro Paese è invidiabile, ma a volte ne abbiamo poca cura. Ridurre i rifiuti sulle spiagge e nei mari non è un'impresa impossibile; è necessario però l'impegno di tutti". Per il presidente del Consorzio Net, Luigi Borrelli, "siamo convinti sostenitori che i rifiuti siano un valore e non solo un problema e che le sinergie, in questo caso con Corepla, possono rafforzare e sostenere questa consapevolezza che dovrebbe essere diffusa tra i cittadini. Per esempio la plastica, se consapevolmente gestita ed unita ad un servizio di raccolta efficiente, deve, come avviene nei paesi più civili, portare valore ai cittadini. Noi siamo convinti di dover puntare su questo. Le amministrazioni dovrebbero fare altrettanto. Noi ci occupiamo di promuovere una sana cultura ambientale. E su questo non faremo passi indietro. Da problema ad opportunità: questa l'inversione di tendenza a cui puntiamo".

I mezzi su cui veicoleranno queste informazioni saranno le locandine, che a partire da luglio verranno affisse negli stabilimenti balneari della Calabria, le tovagliette che verranno distribuite presso i risto-pub e le brochure, che a settembre saranno distribuite nelle scuole.

(ITALPRESS).

ads/com