Da Fauci a Brusaferro: "Importante vaccinare i bambini, è sicuro"

·1 minuto per la lettura
Anthony Fauci, Silvio Brusaferro (Photo: Getty)
Anthony Fauci, Silvio Brusaferro (Photo: Getty)

“Abbiamo realizzato i trial clinici con bambini tra i cinque e gli 11 anni con la dose ridotta dello Pfizer. È un terzo dello standard, 10 microgrammi. Abbiamo osservato che è sicuro, che non ha effetti avversi e che è efficace al 91% nel prevenire la malattia. Per questo motivo le agenzie regolatorie consigliano la vaccinazione di tutti i bambini”. Così Anthony Fauci, immunologo e consigliere del presidente Usa Biden, in un’intervista a La Stampa.

In un’altra intervista a Repubblica è il presidente dell’Istituto superiore di sanità SIlvio Brusaferro a rassicurare i genitori sulla sicurezza del vaccino in arrivo. “Fra una settimana ci aspettiamo il via libera dell’Agenzia europea per i medicinali ai vaccini contro il Covid per i bambini [...]. Più vacciniamo, più creiamo un ambiente ostile per il virus. Il vaccino per i bambini renderà ancora più difficile la circolazione dell’infezione. Allo stesso tempo offrirà una protezione individuale per i singoli bambini. Pur mostrando spesso sintomi più lievi, anche loro a volte subiscono effetti che possono persistere nel tempo”

Vi aspettate esitazione da parte dei genitori? “Tutti i vaccini, compresi quelli per i bambini, superano test e valutazioni molto rigorose. Non sono prodotti sperimentali, sono vaccini sicuri ed efficaci. Se non bastasse la letteratura scientifica a convincerci, guardiamoci intorno. La correlazione fra contagi e tassi di vaccinazione nei vari paesi è nitidissima, anche attorno ai nostri confini. Però non siamo un’isola. L’Italia può risentire degli alti tassi di circolazione del virus nelle nazioni vicine. Per questo bisogna rafforzare le nostre due gambe, vaccinazione e comportamenti prudenti”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli