Da Foggia a Napoli dopo acquisto fuochi via social: sequestro

Psc

Napoli, 30 dic. (askanews) - Aveva acquistato botti illegali attraverso i social e da Foggia si era recato a Napoli per fare rifornimento per poi rientrare in Puglia. L'uomo, però, è stato sorpreso dagli agenti della polizia municipale del capoluogo campano che l'hanno denunciato e sottoposto a sequestro 50 chili artifizi pirotecnici pericolosi. Gli agenti appartenenti all'Unità Operativa Tutela Ambientale avevano appreso su un social di un accordo per la vendita. Hanno così seguito, intercettato e poi fermato l'acquirente 31enne all'imbocco della bretella di via Caldieri, nel quartiere Vomero. L'uomo era alla guida della sua autovettura colma di fuochi illegali: aveva fatto l'acquisto in zona Pianura e si stava dirigendo di nuovo in Puglia. Il 31enne è stato denunciato per trasporto illecito di materiali esplodenti e perché sprovvisto di licenza e il veicolo sequestrato. In un'altra operazione, i caschi bianchi di Napoli hanno sequestrato circa 700 chili di fuochi pirotecnici all'interno di un seminterrato di un edificio nel quartiere Ponticelli. Nel deposito vi erano decine di scatole con esplodenti tipo batterie e petardi. Denunciato un 30enne per detenzione e vendita abusiva di fuochi illegali.