Da Gerusalemme al disarmo di Gaza, ecco il piano di Trump

webinfo@adnkronos.com

Da Gerusalemme capitale di Israele al disarmo della Striscia di Gaza, passando per i rifugiati, i confini, gli insediamenti e la gestione della sicurezza. Ecco i principali punti del cosiddetto 'Accordo del secolo' elaborato dal presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, per risolvere il conflitto israelo-palestinese. 

- GERUSALEMME: La proposta di Trump prevede che Gerusalemme sia la capitale "indivisibile" di Israele. La capitale del futuro Stato di Palestina viene invece individuata nella sezione di Gerusalemme est situata nelle aree orientali e settentrionali dell'attuale barriera di sicurezza. Tra queste aree, il documento cita Kafr Aqab, la parte orientale di Shuafat e Abu Dis, aggiungendo che "potrebbero essere chiamati al-Quds (nome di Gerusalemme in arabo) o con qualsiasi altro nome determinato dallo Stato della Palestina". 

Il documento afferma anche che "i residenti arabi della capitale di Israele, Gerusalemme, tra le linee dell'armistizio del 1949 e all'interno della barriera di sicurezza" possono scegliere se essere cittadini di Israele, della Palestina o mantenere lo status di residente permanente in Israele''. L''Accordo del secolo' afferma poi che Gerusalemme deve essere riconosciuta a livello internazionale come la capitale di Israele, mentre al-Quds lo deve essere altrettanto come capitale della Palestina, e qui Washington aprirà un'ambasciata.  

- FRONTIERE: Secondo Trump, la delimitazione delle frontiere impedirebbe il trasferimento forzato della popolazione, risponderebbe ai "bisogni di sicurezza" di Israele e garantirebbe una "espansione territoriale" ai palestinesi attraverso territori nel deserto del Negev che corrisponderebbero a un territorio analogo in dimensioni "a quello che controllavano prima del 1967''. Circa il 97 per cento degli israeliani negli insediamenti in Cisgiordania rimarrebbero nel territorio israeliano adiacente, una cifra simile di palestinesi in Cisgiordania rimarrebbero in territorio palestinese. 

La popolazione palestinese nelle enclavi all'interno del territorio israeliano avrebbe la possibilità di rimanere, a meno che non decidano diversamente. Le enclavi e le vie d'accesso rimarrebbero nelle mani delle autorità israeliane. La popolazione israeliana nelle enclavi in territorio palestinese potrebbe allo stesso modo rimanere, a meno che non scelgano diversamente, e mantenere la cittadinanza. A Israele viene quindi riconosciuta la sovranità della Valle del Giordano, con l'impegno di negoziare con il governo palestinese un accordo in modo che le aziende agricole possedute dai palestinesi possano continuare a operare con le licenze israeliane. 

Il sistema di attraversamento delle frontiere prevederà inoltre che tutte le persone e le merci che passeranno attraverso lo Stato di Palestina saranno sorvegliate da Israele, che può autorizzare o negare l'accesso. Israele sarebbe anche responsabile della sicurezza ai valichi internazionali e, nel caso di Rafah al confine con l'Egitto, verrebbero presi in considerazione accordi specifici con il Cairo. Inoltre, Israele manterrebbe il controllo dello spazio aereo e dello spettro elettromagnetico a ovest del fiume Giordano, mentre la Marina israeliana potrebbe bloccare la consegna di "armi e materiali per la fabbricazione di materiali nello Stato della Palestina, compresa Gaza". Israele manterrebbe così la sovranità delle acque territoriali.  

- INSEDIAMENTI: Gli insediamenti esistenti in Cisgiordania verrebbero incorporati nello stato di Israele, che si impegnerebbe a non costruirne di nuovi, espandere quelli esistenti o approvare piani di costruzione in aree che faranno parte dello stato di Palestina. Israele non demolirà le strutture esistenti, ma ci sarà una moratoria che però non includerà "costruzioni illegali" o quelle che "comportano un rischio per la sicurezza, come stabilito dallo Stato di Israele". 

- RIFUGIATI: L'accordo sottolinea che i paesi della regione hanno una "responsabilità morale di integrare" i rifugiati palestinesi e nega che Israele debba consentire il loro ritorno nei territori da cui sono stati espulsi. A questo proposito, indica che il diritto al ritorno dei rifugiati "non è mai stato realistico" e aggiunge che "rifugiati ebrei fuggiti da paesi arabi e musulmani" si stabilirono in Israele. "Israele merita un risarcimento per i costi di assorbimento dei rifugiati ebrei da quei paesi", sostiene. I rifugiati palestinesi potrebbero scegliere se trasferirsi nello Stato di Palestina, con limitazioni, integrarsi nei paesi ospitanti o beneficiare di un piano per il trasferimento di cinquemila rifugiati all'anno, per dieci anni, nei Paesi che fanno parte dell'Organizzazione per la cooperazione islamica (Oci). 

In seguito alla firma dell'accordo di pace, lo status di rifugiato palestinese cesserebbe di esistere e il mandato dell'Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi in Medio Oriente (Unrwa) terminerebbe, con i suoi poteri trasferiti ai governi competenti. 

- SICUREZZA: L'accordo sottolinea che le parti devono essere in grado di affrontare le "sfide alla sicurezza" e prevede uno "stretto coordinamento" tra Israele, Palestina, Giordania ed Egitto, sebbene sottolinei che lo Stato palestinese deve essere completamente smilitarizzato. In questo modo, sottolinea che "ogni paese spende una somma di denaro molto significativa per la sua difesa contro le minacce esterne" e sottolinea che "la Palestina non avrebbe questo onere, che sarebbe assunto dallo Stato di Israele". A sua volta, Israele manterrebbe una "responsabilità di sicurezza predominante" dello Stato di Palestina, con le forze palestinesi come uniche responsabili della sicurezza interna, della lotta al terrorismo, della sicurezza delle frontiere e della risposta alle catastrofi, purché non violi il suo status demilitarizzato o abroghi la "responsabilità di sicurezza" di Israele. 

La proposta indica che Israele manterrebbe "almeno una stazione di allarme" nello Stato della Palestina, gestita dalle forze di sicurezza israeliane e con accesso "ininterrotto" alle autorità israeliane, mentre Israele potrebbe usare droni e altre attrezzature "per scopi di sicurezza". La Palestina, inoltre, non potrà firmare accordi militari, di intelligence o di sicurezza con alcuno Stato o organizzazione che "influenzi negativamente la sicurezza di Israele", né sarà in grado di sviluppare capacità "militari o paramilitari" all'interno o all'esterno del suo territorio. Allo stesso modo non potrà unirsi alle organizzazioni internazionali senza il consenso di Israele e dovrà ritirare le sue azioni legali contro Israele, gli Stati Uniti e i cittadini di questi paesi davanti alla Corte penale internazionale o qualsiasi altro tribunale.  

Pertanto, la Palestina non potrebbe avere "capacità che possano minacciare lo Stato di Israele", mentre Israele avrebbe il diritto di "smantellare o distruggere" le strutture utilizzate per produrre armi o per "scopi ostili", nonché di adottare misure di sicurezza per mantenere la Palestina "smilitarizzata". 

- HAMAS: L'accordo afferma che gli Stati Uniti "non si aspettano che Israele negozi con alcun governo palestinese che includa membri di Hamas, della Jihad islamica e gruppi associati", a meno che non accettino in modo chiaro ed esplicito la non violenza e riconoscano lo Stato di Israele. Allo stesso modo, Israele sarebbe impegnato nell'accordo di pace "solo" se l'Autorità palestinese o un altro organo accettabile per Israele avesse il pieno controllo di Gaza, le milizie fossero disarmate e la Striscia di Gaza fosse smilitarizzata. 

  • Muore a 19 anni a Londra. Il papà: "Positivo al Coronavirus"
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Muore a 19 anni a Londra. Il papà: "Positivo al Coronavirus"

    Luca Di Nicola, originario di Nereto, in provincia di Teramo, "era sanissimo", racconta la famiglia.

  • Serrata fino a Pasqua, poi riaperture graduali: il calendario
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Serrata fino a Pasqua, poi riaperture graduali: il calendario

    Proroga senza deroghe delle attuali misure almeno fino al 18 aprile, poi, se si confermerà il trend del calo dei contagi, le prime graduali riaperture...

  • Australia, perché i più colpiti dal virus sono i 20enni
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Australia, perché i più colpiti dal virus sono i 20enni

    L'11,3% dei casi confermati comprende i giovani tra i 25 e i 29 anni. Il 9,3% quelli tra i 20 e i 25.

  • Strangola la compagna e chiama i carabinieri. La vittima studiava Medicina
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Strangola la compagna e chiama i carabinieri. La vittima studiava Medicina

    A chiamare i carabinieri è stato lo stesso assassino. In stato confusionale, l’uomo ha avvertito i militari del gesto compiuto.

  • Federico Fashion Style: “Ho avuto tentazioni con ospiti del mio salone”
    Notizie
    notizie.it

    Federico Fashion Style: “Ho avuto tentazioni con ospiti del mio salone”

    Possedere uno dei saloni di bellezza più famosi ha i suoi pro e i suoi contro. A rivelarli è stato Federico Fashion Style.

  • Coronavirus, Berlusconi: "Italiani alla fame, nostro piano è da 100 miliardi"
    Notizie
    Adnkronos

    Coronavirus, Berlusconi: "Italiani alla fame, nostro piano è da 100 miliardi"

    "Per una parte significativa della popolazione questo è un autentico dramma: chi non può contare su uno stipendio fisso, chi ha perso il lavoro, chi viveva di lavoro nero (diciamolo chiaro, ci sono tante persone in questa situazione, inutile negarlo), si è trovato di colpo senza alcun reddito, si è trovato alla fame nel senso letterale della parola". Lo ha affermato Silvio Berlusconi in un'intervista a Radio 105. "Ovvio che a queste persone -ha aggiunto il leader di Forza Italia- bisogna offrire una soluzione subito, direi addirittura nelle prossime ore. Il problema riguarda tutta Italia, ma nel Mezzogiorno la situazione è più grave. Il governo invece purtroppo è ancora in ritardo, ha stanziato una cifra inadeguata e non c'è ancora chiarezza su come queste somme verranno distribuite".  "Occorrono quindi non solo più risorse, ma bisogna anche essere certi che arrivino senza ostacoli burocratici e rapidamente a chi ne ha bisogno. Per esempio -ha detto ancora Berlusconi- ricordo che il mio governo aveva realizzato una social card per consentire alle persone in difficoltà economiche di acquistare i beni di prima necessità". "Nei prossimi giorni presenteremo al governo un piano che prevede di arrivare almeno a 100 miliardi, sperando che bastino. Dobbiamo finanziare la sanità, la spesa sociale, le grandi e le piccole imprese, occorre garantire liquidità al mercato per difendere il tessuto produttivo del nostro Paese. Lo Stato deve dare la sua garanzie alle banche sui prestiti che faranno alle imprese, questo è fondamentale, salvaguardando la continuità aziendale e i posti di lavoro", ha spiegato. "Purtroppo nessuno può fare previsioni attendibili. Da uomo di impresa prima ancora che da uomo politico, so benissimo che ogni giorno che passa paghiamo un prezzo molto elevato al blocco delle attività del Paese", ha detto riferendosi alla data della 'riapertura' del paese. "Però occorre essere responsabili: riaprire troppo presto come qualcuno vorrebbe, prima che il virus sia sotto controllo, potrebbe costarci molto più caro, sia in termini di vite umane, sia di ulteriori danni al sistema economico, se l'epidemia si dovesse ancora aggravare".

  • Ludovica Frasca presenta il nuovo fidanzato: la foto
    Notizie
    notizie.it

    Ludovica Frasca presenta il nuovo fidanzato: la foto

    Ludovica Frasca, ex velina di Striscia la Notizia, ha un nuovo compagno: il ritrovato amore dopo la fine della storia con Luca Bizzarri

  • Rebecca De Pasquale dimagrita: “Ho perso 15 kg”
    Notizie
    notizie.it

    Rebecca De Pasquale dimagrita: “Ho perso 15 kg”

    L'ex gieffina Rebecca De Pasquale è dimagrita di ben 15 chili in un mese: ecco qual è il segreto della sua ritrovata forma fisica

  • Coronavirus,Renzi: non aspettare Pasqua per riaprire, governo dia date
    Notizie
    Askanews

    Coronavirus,Renzi: non aspettare Pasqua per riaprire, governo dia date

    "Italia chiusa più del dovuto è condanna al declino"

  • Bonus INPS per Partite Iva può salire a 800 euro: “Ma dimostrino che sono in crisi”
    Notizie
    notizie.it

    Bonus INPS per Partite Iva può salire a 800 euro: “Ma dimostrino che sono in crisi”

    Il bonus INPS per le Partite Iva potrebbe aumentare a 800 euro per i mesi di aprile e maggio, mentre rimane a 600 euro per il mese di marzo.

  • Paolo Ciavarro: “Daremo un calcio all’omofobia”
    Notizie
    notizie.it

    Paolo Ciavarro: “Daremo un calcio all’omofobia”

    Sui social ricompare un vecchio discorso di Paolo Ciavarro sull'omofobia: le parole del giovane gieffino, a pochi passi dalla finale

  • Coronavirus, Fabrizio Corona e la festa di compleanno in quarantena
    Notizie
    notizie.it

    Coronavirus, Fabrizio Corona e la festa di compleanno in quarantena

    In barba ai divieti imposti per l'emergenza Coronavirus Fabrizio Corona ha dato una festa per il suo compleanno.

  • Autismo e coronavirus, un nastro blu per uscire: “Non insultateci”
    Notizie
    notizie.it

    Autismo e coronavirus, un nastro blu per uscire: “Non insultateci”

    Durante l'emergenza coronavirus c'è anche chi insulta dai balconi le mamme dei bambini affetti da autismo nonostante passeggino con un nastro blu.

  • Coronavirus, sale a 66 il numero dei medici morti in Italia
    Notizie
    notizie.it

    Coronavirus, sale a 66 il numero dei medici morti in Italia

    Il numero dei medici morti in Italia causa del coronavirus sale a 66: i loro nomi e la loro storia.

  • Meteo, settimana subito più fredda: ma tornerà un maxi anticiclone
    Notizie
    Adnkronos

    Meteo, settimana subito più fredda: ma tornerà un maxi anticiclone

    In queste ore aria fredda direttamente dal Circolo Polare Artico si sta riversando sul Mediterraneo entrando in Italia sotto forma di venti di Bora e Grecale che soffieranno moderati/forti e accompagneranno una perturbazione dai connotati invernali. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che oggi, lunedì, si verificheranno copiose nevicate sulle Alpi a quote via via più basse mentre la pioggia bagnerà gran parte del Piemonte e della Lombardia occidentale pianeggianti. Il tempo andrà peggiorando anche al Centro con rovesci e temporali su Toscana, Lazio, Umbria, Appennini in genere. Altre piogge infine interesseranno la Sardegna orientale, la Sicilia e la Calabria tirrenica. I venti soffieranno di Bora e Grecale al Nord con raffiche fino a 50 km/h a Trieste.  Da martedì comincerà ad avanzare l’alta pressione; il tempo andrà migliorando progressivamente al Nord, mentre la perturbazione sospinta da freddi venti settentrionali si sposterà velocemente verso il Centro e poi al Sud con rovesci e temporali. Clima freddo. Da mercoledì avanzerà un vasto campo di alta pressione che gradualmente conquisterà tutta l’Italia, soltanto le Isole maggiori e poi la Calabria rimarranno scoperte da questo scudo stabile e infatti qualche precipitazione interesserà queste regioni tra Giovedì e Venerdì. Il team del sito www.iLMeteo.it comunica che con l’avanzare dell’alta pressione le temperature cominceranno ad aumentare gradualmente. Da giovedì e poi fino al weekend e anche oltre i valori massimi torneranno a misurare cifre via via più vicine ai 20-22°C su gran parte d’Italia, ma specialmente al Centro-Nord.

  • 17enne scompare dopo una festa 10 anni fa: ritrovato il corpo
    Notizie
    notizie.it

    17enne scompare dopo una festa 10 anni fa: ritrovato il corpo

    Il corpo di Paige, scomparsa dieci anni fa, è stato ritrovato carbonizzato a 45 minuti da casa. Paige era sparita dopo essere andata a una festa.

  • Notizie
    Askanews

    Von der Leyen: bere candeggina uccide voi, non il coronavirus

    Videomessaggio da presidente Commissione Ue contro "fake news"

  • Crimi: reddito emergenza? Obiettivo 780 euro a chi senza stpendio
    Notizie
    Askanews

    Crimi: reddito emergenza? Obiettivo 780 euro a chi senza stpendio

    'Unica condizione è: hai avuto un reddito a marzo?'

  • Prodi: "Se succede la grande crisi gli olandesi a chi venderanno i tulipani?"
    Notizie
    Adnkronos

    Prodi: "Se succede la grande crisi gli olandesi a chi venderanno i tulipani?"

    "Una grandissima parte della società ha reddito zero, bisogna pensare a come ricostruire la struttura economica del Paese, come ricostruire l'Italia quando saremo fuori da questo dramma, dobbiamo prepararlo adesso, con urgenza". Lo ha affermato Romano Prodi, ospite a 'Che tempo che fa'. Poi, a proposito dei veti che stanno bloccando le decisioni dell'Unione europea, ha osservato: "Ma gli olandesi se succede la grande crisi a chi venderanno i tulipani?". "E' come la guerra, il paragone di Draghi è scientificamente giusto - ha detto Prodi - Non è la crisi del 2008 che parte dalla finanza e poi prende il resto dell'economia, prende tutti: i ristoratori e quelli che devono andare a mangiare".  In Europa, ha aggiunto, "non c'è una strategia per il futuro", ma "il gruppo di Paesi che rifiuta l'austerità per definizione è diventato molto più forte. Finalmente il pericolo è percepito. Il primo passo della Banca centrale europea ci aiuta", ma occorre una "strategia comune e un forte incentivo immediato per le imprese come stanno facendo in America: famiglie e imprese, perché è una crisi dell'offerta e una crisi della domanda".

  • Coronavirus, 'a Wuhan molti più morti': i dubbi dei media
    Notizie
    Adnkronos

    Coronavirus, 'a Wuhan molti più morti': i dubbi dei media

    Il numero dei decessi resi noti a Wuhan non convince Radio Free Asia. L'emittente, in un lungo articolo pubblicato sul proprio sito, solleva dubbi sulla veridicità delle vittime, "circa 2500'', registrate in città. "Dall'inizio della settimana, 7 grandi società di pompe funebri hanno consegnato ogni giorno le ceneri di circa 500 defunti alle rispettive famiglie. Questo fa pensare che siano morte più persone rispetto a quanto indicato dalle cifre ufficiali", si legge nell'articolo, che si basa anche su dichiarazioni rese da cittadini in forma anonima. Per delineare il quadro, Radio Free Asia fa riferimento anche alle informazioni diffuse dal sito Caixin.com, secondo cui 5000 urne sarebbero state consegnate ad un'azienda di pompe funebri nell'arco di una sola giornata. I numeri sono al centro di discussioni sui social e nell'articolo di RFA si arriva ad ipotizzare il totale di 42.000 decessi sulla base di ragionamenti ad oggi privi di evidenze concrete. Si ipotizza che nel complesso verranno consegnate ogni giorno circa 3500 urne tra il 23 marzo, data di inizio del processo, e la festa del QingMing che cade il 5 aprile.

  • Clizia Incorvaia, duro scontro con l'amante di Francesco Sarcina
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Clizia Incorvaia, duro scontro con l'amante di Francesco Sarcina

    L'ex gieffina ha incontrato la rivale in amore Grazia. Il faccia a faccia è andato in scena a "Live - Non è la D'Urso".

  • Meteo, maltempo verso sud e avanza super anticiclone
    Notizie
    Adnkronos

    Meteo, maltempo verso sud e avanza super anticiclone

    Il maltempo che ieri ha interessato le regioni settentrionali con numerose nevicate sulle Alpi, qualche pioggia e il rinforzo dei venti di Bora e Grecale ora si sposta verso il Centro-Sud. Nel frattempo comincia ad avanzare un campo di alta pressione che nei prossimi giorni conquisterà l’Italia. Il team del sito www.iLMeteo.it comunica che oggi, ultimo giorno di marzo, il tempo lentamente migliorerà al Nord con cessazione delle piogge e schiarite via via più ampie, soprattutto nel pomeriggio. Al Centro-Sud la perturbazione fredda sospinta da venti forti settentrionali attraverserà un po’ tutte le regioni, concentrandosi soprattutto sugli Appennini, provocando rovesci, temporali e nevicate a quote molto basse. Da mercoledì la pressione comincerà ad aumentare al Centro-Nord dove il sole sarà prevalente, ultime precipitazioni interesseranno il Sud al mattino, poi migliorerà anche qui. Nei giorni successivi una grande figura di alta pressione conquisterà gradualmente tutta l’Italia, soltanto la Sicilia e la Calabria vedranno un tempo instabile. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che da giovedì le temperature cominceranno ad aumentare lentamente fino a raggiungere valori primaverili a partire da venerdì e per i giorni successivi. La presenza anticiclonica si affermerà su tutto il Paese da sabato pomeriggio e dai dati odierni sembrerebbe continuare anche per tutta la prossima settimana.

  • Notizie
    AGI

    La lezione dell'Albania all'Ue

    È arrivato in Lombardia, come annunciato dal premier Edi Rama, il team di 20 infermieri e 10 medici albanesi mandati per supportare l'Italia, e in particolare gli ospedali di Brescia, nello sforzo contro il coronavirus. "Non siamo privi di memoria", aveva spiegato Rama alla partenza del team, "non possiamo non dimostrare all'Italia che l'Albania e gli albanesi non abbandonano mai un proprio amico in difficoltà. Oggi siamo tutti italiani, e l'Italia deve vincere e vincerà questa guerra anche per noi, per l'Europa e il mondo intero".Ad accoglierli il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, e il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia. "Grazie, grazie per essere qua al nostro fianco in un periodo complicato. Siete destinati a Brescia, una delle zone più complicate dell'emergenza. Speriamo che il vostro arrivo coincida con la discesa verso la soluzione" ha detto Fontana, sulla pista dell'aeroporto di Verona.C'era anche Vito Crimi, vice ministro dell'Interno: "Io sono bresciano e per questo vi ringrazio doppiamente, speriamo che il vostro aiuto riesca a lenire la fatica dei nostri medici che sono in prima linea da tante settimane". Molti dei sanitari albanesi hanno studiato in Italia e parlano tutti perfettamente l'italiano."È stata una scelta naturale", ha ribadito in serata il premier Rama a Sky Tg 24. "Tutti noi crediamo che l'Italia e' casa nostra e vederla combattere una guerra così feroce e poi essere lasciata a sé stessa fa molto male". "Ricambiare non è la parola giusta perché non potremo mai ricambiare quello che l'Italia e gli italiani hanno fatto per noi in tempi troppo bui", ha aggiunto, spiegando di aver organizzato questa iniziativa con il visto bravissimo ministro degli Esteri, Luigi Di Maio". "Gli ho accennato questa iniziativa e lui è stato molto ricettivo", ha aggiunto."L'egoismo non ci appartiene. Dall'Albania una lezione di solidarietà", ha commentato lo stesso Di Maio, "grazie al presidente Edi Rama. Sono questi i valori fondanti che l'Europa dovrebbe trasmettere a chi è in difficoltà".

  • Spaccio a domicilio ai Castelli Romani: 11 arresti
    Notizie
    Askanews

    Spaccio a domicilio ai Castelli Romani: 11 arresti

    Operazione dei carabinieri di Velletri

  • Bentley Bacalar: curiosità, design e motore della supercar
    Notizie
    Motori Magazine

    Bentley Bacalar: curiosità, design e motore della supercar

    Bentley Bacalar è un'auto sportiva decisa ed innovativa, pensata per il Salone dell'Auto di Ginevra, purtroppo annullato per il Coronvirus