Da Gerusalemme a NY, le città sotto restrizioni per Coronavirus

Da Gerusalemme a NY, le città sotto restrizioni per Coronavirus

Milano, 17 mar. (askanews) – Da Gerusalemme a New York, ad ogni latitudine del pianeta sono in vigore le restrizioni per contrastare il coronavirus. Nella città santa il clima è irreale: i mercati e le strade che ogni giorno dell’anno sono prese d’assalto dai pellegrini oggi sono deserte.

Le chiese, il cui ingresso è limitato, ritrovano una dimensione mistica. Al muro del pianto si accede in pochi alla volta.

E’ mezza vuota anche Times Square a New York, una delle piazze più affollate della metropoli americana.

E a proposito di piazze, la leggendaria Jamaa el fna di Marrakech ha perso tutta la sua magia dopo che la maggior parte dei turisti se ne sono andati quando è stata annunciata la chisura delle frontiere del Marocco.

Afp 23.31

00.12 altoparlanti

A Rio de Janeiro, centinaia di vigili del fuoco invitano la popolazione ad abbandonare le spiagge che in piena estate restano molto affollata.

Monumenti chiusi a Delhi, in India. Mentre a Caracas, metropoli da cinque milioni di abitanti, le strade sono mezze deserte dopo che Maduro ha decretato la “quarantena sociale”. I pochi passanti indossano le mascherine.