Da luglio 2022 in vendita l'Ineos Grenadier, Italia secondo mercato europeo

·1 minuto per la lettura

Versione moderna dei 4X4 'old school' il Grenadier è uno dei modelli più attesi nel mondo dei fuoristrada ma bisognerà aspettare luglio 2022 per le prime consegne. Lo ha annunciato Ineos Automotive, divisione del colosso chimico britannico Ineos, che ha tolto il velo sui piani di vendita e assistenza del Grenadier a livello globale, grazie a una rete di 200 punti vendita (di cui 10 in Italia, per cominciare) affiancata da una piattaforma online completa.

Nella rete di partner, formata da dealer e specialisti 4X4, Ineos segnala il ruolo di BMW, che fornirà i motori, due 6 cilindri 3 litri sovralimentati a benzina e a gasolio da 285 e 249 cavalli rispettivamente. Cruciale si preannuncia l'assistenza garantita da oltre 10mila centri Bosch Car Service in 150 Paesi anche se l'obiettivo di Ineos è di assicurare alla maggior parte dei clienti la disponibilità di una officina autorizzata entro 50 km. Nell’eventualità in cui i ricambi non siano immediatamente disponibili, l’obiettivo della casa britannica è fornirli entro 24 ore nei mercati principali.

Prodotto ad Hambach, in Francia, nello stabilimento realizzato in origine per la Smart, il Grenadier - che punta apertamente a colmare il vuoto lasciato dalla vecchia Defender - sarà visibile in Italia a metà ottobre in Versilia alla Fiera Internazionale del Fuoristrada, in versione a cinque porte. Per due settimane, dal 30 settembre al 14 ottobre, sulla pagina italiana del sito Ineos Grenadier è possibile registrarsi per segnalare l’interesse al modello, che avrà nel nostro paese un listino stimato intorno a 60.500 euro. Peraltro l'Italia è vista come il mercato italiano più promettente dopo la Germania, come dimostrano le numerose manifestazioni di interesse già arrivate.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli