Da oggi il nuovo Asterix in Italia, i Galli nelle terre innevate a caccia dei Sarmati

·3 minuto per la lettura

Asterix, Obelix e Idefix sono tornati per una nuova avventura a fumetti: si preparano a partire per un lungo viaggio alla ricerca di una strana e terrificante creatura, mezza aquila e mezzo leone. E per dare la caccia al Grifone i valorosi guerrieri Galli si spingeranno all'est, dove c'è il Barbaricum, un territorio vasto e sconosciuto, selvaggio e inesplorato, coperto dalla neve per buona parte dell'anno, una zona situata tra Russia, Mongolia e Kazakistan, abitata da popoli dai nomi impronunciabili, tra i quali i nomadi Sarmati.

Dopo il debutto in anteprima in Francia una settimana fa, esce oggi (giovedì 28 ottobre), in contemporanea mondiale, "Asterix e il Grifone" (in Italia è pubblicato da Panini Comics), trentanovesimo albo della serie iniziata nel 1959.

"Asterix e il Grifone" è l'ultimo album che il disegnatore francese Albert Uderzo (morto a 92 anni il 24 marzo 2020; l'altro creatore, lo sceneggiatore René Goscinny era scomparso nel 1977) aveva autorizzato personalmente. Nel nuovo volume, il quinto creato dalla collaborazione tra Jean-Yves Ferri (testi) e Didier Conrad (disegni), i due eroi, accompagnati dall'immancabile cagnolino Idefix e dal druido Panoramix, si troveranno coinvolti una ricerca epica e disseminata di trabocchetti, per scovare un terrificante animale mitologico con zanne impressionanti e un terribile becco da rapace, il Grifone appunto.

Questo nuovo album porta i Galli sulle orme dei Sarmati: il Grifone è il totem, il simbolo religioso, minacciati nella loro fede dalla conquista dei Romani e da Giulio Cesare. I Galli si avventureranno in paesaggi innevati in compagnia di cavalli, grandi distese selvagge, innocenti che devono difendersi dai cattivi, scene d’azione da mozzare il fiato, un popolo indigeno e animali venerati, assomigliando così al tema dei western. Ma siccome non siamo nelle pianure desertiche dell’Arizona ma nelle steppe innevate dell'Europa dell'Est, ecco che allora i lettori si ritrovano catapultati in un "Eastern". Lo scenario ruota attorno allo scontro tra un esercito romano che parte per una spedizione per catturare il famoso Grifone, per ordine di Giulio Cesare, e i misteriosi Sarmati, con i quali simpatizzano i Galli.

Jean-Yves Ferri e Didier Conrad hanno disegnato tre 'nuovi cattivi' tra i Romani smarriti che combattono in queste grandi distese ghiacciate: Nelsuobrodus, Ermejus e Terrincognitus (quest'ultimo assomiglia allo scrittore francese Michel Houellebecq).

"Il paese in cui è ambientata la storia in realtà non esiste: è piuttosto un'atmosfera narrativa, con i Galli che perdono l'orientamento", ha detto Jean-Yves Ferri. L'album ha anche un tono ecologico. "I romani rappresentano un po' l'atteggiamento occidentale verso la natura, il modo di servirsi di essa, mentre i Sarmati sono presentati come rispettosi della loro natura, degli animali in particolare. E i Galli sono un po' nel mezzo", ha spiegato lo sceneggiatore.

Nella storia comparirà una pozione magica che sembra un vaccino, forse l'unica concessione che il fumetto sembra fare ai tempi della pandemia da coronavirus.

Asterix ha festeggiato i suoi 60 anni con il 38esimo albo uscito il 24 ottobre 2019 dal titolo "La figlia di Vercingetorige", dove compare una misteriosa adolescente, una ragazzina ribelle.

(di Paolo Martini)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli