Da oggi scade la manovra del blocco dei licenziamenti

·1 minuto per la lettura
fine blocco licenziamenti
fine blocco licenziamenti

La manovra era entrata in vigore per far fronte alle difficoltà della pandemia Covid, ma da oggi scade ufficialmente il blocco dei licenziamenti: ecco cosa succederà.

Stop al blocco dei licenziamenti, una misura contro il covid

Questa misura era stata adottata durante l’emergenza sanitaria per evitare allontanamenti di massa di lavoratori dalle aziende in crisi. Il divieto – varato a febbraio 2020 – era, in realtà, già stato revocato a giugno scorso per le imprese medio-grandi della manifattura e dell’edilizia.

Da oggi – 2 novembre 2021 – termina anche per il terziario, le piccole aziende, l’artigianato e tre comparti dell’industria, ovvero il tessile, l’abbigliamento e la pelletteria.

Stop al blocco dei licenziamenti ma proroga per la Cig

In concomitanza con la scadenza, il governo ha però prorogato la cassa integrazione Covid: fino a 13 settimane per le piccole imprese del terziario, commercio, artigiani, giornalisti. Invece, ammontano ad un massimo di 9 settimane per il tessile-abbigliamento-pelletteria.

Per questi settori il prolungamento della Cassa integrazione Covid equivale in pratica a un allungamento del blocco, in quanto le aziende non posso licenziare mentre ricevono la Cig.

Stop al blocco dei licenziamenti: cosa cambia

Per il tempo in cui era in vigore, la misura tutelava i dipendenti da licenziamenti collettivi o la possibilità per il datore di lavoro di recedere dal contratto per giustificato motivo oggettivo. Tuttavia, per i 4 milioni di lavoratori già interessati dalla prima sospensione del blocco non ci sono state grandi conseguenze sui livelli di occupazione: sono stati solo 10mila i licenziamenti a luglio, una cifra ai livelli medi del 2019.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli