Da Partito radicale no alle elezioni anticipate -2-

Pol/Bac

Roma, 9 ago. (askanews) - "Una forza che non ha diritto all'esenzione, dovrebbe raccogliere - osservano - 48.000 firme in 64 collegi per la Camera, e 25.550 in 34 collegi per il Senato da consegnare o entro il 9 settembre (se si votasse il 13 ottobre) o entro il 16 settembre (voto il 20 ottobre); o entro il 23 settembre (se si votasse il 27 ottobre). Questo vorrebbe dire che, a legislazione vigente, potrebbero partecipare alle prossime elezioni solo la Lega, Fratelli d'Italia, il Pd, Forza Italia e il Movimento 5 stelle. Fattispecie che si accompagna al sistema elettorale che ha ulteriormente indebolito le scelte degli elettori".

"Per non dire - aggiingono - del governo della prossima legge di bilancio. Il Presidente della Repubblica sa bene che la forma è sostanza e questa non è la forma della democrazia fondata sullo Stato di diritto", concludono.