Da Poole a Saint Tropez in bici per aiutare i rifugiati ucraini

Da Poole a Saint Tropez in bici per aiutare i rifugiati ucraini

Un gruppo di nove ciclisti guidati dall'ex calciatore di Paris Saint Germain, Newcastle e Manchester City Sylvain Distin ha completato una pedalata di 1.300 chilometri dalla località di Pool, nel Sud dell'Inghilterra, fino a Saint Tropez in Costa azzurra per raccogliere fondi utili a fornire aiuti umanitari ai rifugiati e alle famiglie sfollate per la guerra in Ucraina.

“Non cambieremo il mondo ma crediamo che possa portare un po' di serenità e conforto alle famiglia. Siamo tutti genitori nel nostro gruppo e quando abbiamo visto queste famiglie costrette a separarsi ci siamo subito chiesti se potevamo fare qualcosa per loro", ci ha spiegato Distin. L'ex difensore non ha nascosto la paura nel percorrere tutti quei chilometri.

"Sfide di questo tipo non mi capitano spesso, avevo paura per l'accumulo della fatica, non sapevo come sarebbe andata, e poi ogni mattina con i dolori dell'acido lattico mi chiedevo se ce l'avrei fatta a reggere fino in fondo, pedalavamo in media 130 chilometri al giorno quindi sei ore di bicicletta: è stata proprio dura", ha detto Distin.

L'impresa si è conclusa in 10 giorni tra piogge torrenziali, ripide salite e forature. Per ora l'iniziativa ha permesso di ricavare una somma equivalente di circa 23 mila euro. L'obiettivo è quello di raggiungere i 35 mila nei prossimi giorni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli