Da R.Lombardia 3 mln per sostituzione caldaie edifici pubblici

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 3 mag. (askanews) - La Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell'assessore all'Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, di concerto con l'assessore Massimo Sertori (Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni), ha approvato una misura da 3 milioni, 300.000 euro sul bilancio 2021 e 2.700.000 euro nel 2022, per la sostituzione di caldaie inquinanti in edifici pubblici con altri impianti a bassissime emissioni. La delibera ha tracciato anche criteri e modalità per l'individuazione degli interventi da ammettere al finanziamento.

Destinari dei finanziamenti sono i comuni di Cardano al Campo (Va), Pioltello e Magnago (Città Metropolitana Milano) e della Provincia di Pavia, le cui iniziative sono state considerate compatibili, per tempi e caratteristiche degli interventi, col finanziamento di parte delle opere mediante i fondi della legge regionale 9/2020 destinati alla sostituzione delle caldaie inquinanti. Il contributo consentirà la sostituzione delle caldaie di 34 edifici, nell'ambito di un'azione più complessiva che prevede l'efficientamento di 65 edifici pubblici.

Il provvedimento dà attuazione all'accordo quadro in campo ambientale stipulato con Fondazione Cariplo, nella parte in cui prevede la collaborazione sul progetto 'Territori virtuosi', promosso dalla Fondazione. Fondazione Cariplo ha selezionato alcuni raggruppamenti di Comuni, che hanno espresso la volontà di efficientare gli edifici di loro proprietà. In particolare, il supporto della Fondazione consiste nell'assistenza tecnica in tutte le fasi di svolgimento della gara, che è impostata come partnership pubblico-privato.

Gli obiettivi da parte di Regione Lombardia, ha ricordato Cattaneo, sono quelli di "proseguire nello sviluppo integrato di azioni per la qualità dell'aria, ma anche di offrire un valido contributo a centrare i punti salienti individuati nel Piano clima-energia. Oltre a mitigare le emissioni di gas climalteranti e a favorire l'adattamento ai cambiamenti climatici. Per fare questo è fondamentale stringere alleanza strategiche con tutti i soggetti pubblici e privati".