Da record l'Open d'Italia di Golf a Roma che porta verso la Ryder

Roma, (askanews) - Sarà una 76esima edizione da record quella dell'Open d'Italia di Golf in programma dal 10 al 13 ottobre all'Olgiata Golf Club di Roma, quinto appuntamento stagionale delle Rolex Series European Tour e ulteriore tappa di avvicinamento alla Ryder Cup 2022, che si giocherà al Marco Simone Golf Club.

La manifestazione golfistica è stata presentata all'interno del Salone d'onore del Coni, alla presenza, tra gli altri della sindaca, Virginia Raggi, che ha ricordato come "Roma si confermi capitale di grandi eventi sportivi". Per la numero uno del Campidoglio, il progetto Ryder Cup 2022 "va oltre lo sport diventando volano di promozione turistica e motore di iniziative collaterali dedicate al sociale, alla salute e all'ambiente".

Il padrone di casa, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha sottolineato come la Ryder Cup rappresenti una opportunità più unica che rara per Roma e per l'Italia, a cominciare dall'Open, in programma all'Olgiata. "Abbiamo un parterre de roi strepitoso, fa parte di quello che è un aspetto peculiare, direi unico del progetto della Ryder, che prima del 2022 e dopo, per tanti anni si vuole capitalizzare questa formidabile manifestazione. C'è aspettativa sia come è cresciuto il golf italiano in termini di risultati sia per quello che si fa in termini di promozione. E' una grande vittoria, devo dire la verità, di Franco Chimenti e della sua Federazione del golf italiano".

Il presidente della Federgolf, Franco Chimenti, definito da Malagò "genio e sregolatezza", ha sensazioni molto positive sul prossimo appuntamento sul green dell'Olgiata: "Facciamo un torneo con un montepremi più alto al mondo, ospitiamo campioni grandissimi in uno scenario clamoroso che è Roma. Roma ha vinto la Ryder Cup, Roma ospita nuovamente questo torneo sarà una cosa straordinaria".

Chimenti ha poi sottolineato come il golf stia diventando anche in Italia uno sport aperto a tutti: "abbiamo introdotto una tessera per i neofiti a 10 euro, ma più di così? Per vedere il torneo si paga 10 euro, per vedere una partita di calcio quanto si paga? Si vuole parlare ancora di sport non per tutti, io non lo so che cosa fare di più".

Da parte sua, il direttore generale del Progetto Ryder Cup 2022, Gian Paolo Montali, ha ricordato come l'Open d'Italia sia la punta di diamante del progetto Ryder: "Bisogna ricordare a tutti che è l'evento più importante del progetto Ryder Cup, manifestazione straordinaria, siamo dentro le Rolex Series, vuol dire che siamo uno dei più importanti tornei del mondo, 7 milioni di dollari di montepremi, i migliori giocatori al mondo, Justin Rose, Molinari, Paul Casey. Sarà un grande spettacolo, invitiamo tutti a venire a vedere il meglio del mondo del golf".