Da Regione Lombardia 2 mln alle pmi per sviluppo e-commerce

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 1 feb. (askanews) - La Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell'assessore allo Sviluppo economico, Guido Guidesi, ha approvato il rifinanziamento finale del 'Bando E-Commerce 2020: nuovi mercati per le Imprese Lombarde' per 2,138 milioni di euro di risorse complessive. Attraverso questo terzo ed ultimo rifinanziamento l'intera graduatoria delle domande ritenute ammissibili sarà finanziata per ulteriori 235 domande che si vanno ad aggiungere alle iniziali 403 per un totale complessivo di 638. Lo strumento è sviluppato in collaborazione con Unioncamere Lombardia.

"Una misura - ha commentato Guidesi - per supportare ulteriormente le nostre imprese particolarmente in difficoltà a causa dei provvedimenti per il contenimento del contagio. Crediamo che lo scambio commerciale 'diretto' abbia ancora un valore prioritario ma siamo consci che in una situazione emergenziale sia fondamentale utilizzare anche altri strumenti, per questo Regione Lombardia ha deciso di mettere in campo questa misura, che favorisce l'E-commerce e può, in parte, compensare le perdite. I nuovi strumenti saranno fondamentali per far conoscere il più possibile i prodotti lombardi; ci attiveremo inoltre per valutarne gli effetti, settore per settore, affinchè possa diventare una strada di mercato ulteriore a medio-lungo termine".

La misura è finalizzata al sostegno delle Micro Piccole e Medie imprese che intendono sviluppare e consolidare la propria posizione sui mercati tramite lo strumento dell'E-commerce, incentivando l'accesso a piattaforme cross border o a sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobile), supportando le imprese soprattutto nel contesto storico ed emergenziale dovuto alla crisi epidemiologica COVID-19, che ha sostanzialmente inibito la partecipazione fisica anche alle manifestazioni fieristiche. È rivolta alle Piccole e Medie Imprese, cluster e distretti, associazioni imprenditoriali e di categoria, centri di ricerca e Università, parchi tecnologici e altri soggetti che rappresentino le eccellenze del tessuto economico lombardo.