Da Regione Lombardia 6,5 mln per rinnovo parco auto delle imprese

Red-Asa

Milano, 10 ott. (askanews) - La Regione Lombardia ha approvato il decreto con cui si dà il via all'apertura del bando 'Rinnova Veicoli per il 2019 e il 2020' che concede alle micro, piccole e medie imprese contributi per l'acquisto di nuovi veicoli a basso impatto ambientale. L'apertura del provvedimento è stata fissata per il prossimo 16 ottobre e terminerà il 30 settembre 2020. Le risorse stanziate per questo 2019/2020 sono 6,5 milioni di euro. L'intervento è finalizzato a incentivare la sostituzione dei veicoli commerciali di proprietà, con l'acquisto, anche nella forma del leasing finanziario, di un nuovo veicolo di categoria M1, M2, M3, N1, N2 e N3 a basso impatto ambientale, per la riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera e il miglioramento della qualità dell'aria.

Potranno accedere al bando le micro, piccole e medie imprese con sede operativa in Lombardia che radiano un veicolo di proprieta' a benzina fino alla categoria euro 2/II incluso o diesel fino ad Euro 5/V incluso e acquistano mezzi per il trasporto in conto proprio o in conto terzi che rispettano determinati parametri emissivi di NOX e di CO2.

"Questo pacchetto di incentivi - ha commentato l'assessore all'Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo - consentirà alle imprese di sostituire il proprio veicolo inquinante. Migliorare la qualità dell'aria è una priorità di Regione Lombardia. Nel tempo abbiamo adottato politiche che favoriscono gli spostamenti dei cittadini. Gli incentivi sono legati alle reali emissioni dei veicoli e non più alle tecnologie motoristiche, perché guardiamo ad una mobilità sempre più green".

"Ringrazio Unioncamere Lombardia, Anfia, Unrae, Federauto e Federmotorizzazione - ha aggiunto l'assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Mattinzoli - per la collaborazione proattiva. Il gioco di squadra è sempre vincente, soprattutto quando è volto a migliorare la qualità della vita di tutti. Una misura che auspichiamo sia di successo, considerato pure che la filiera produttiva di questi nuovi mezzi è in Italia e in Lombardia. Questi provvedimenti, di cui è ricca la tradizione di buon governo della Regione Lombardia, dimostrano che qui lo sviluppo è sostenibile e il new green deal è già in atto".