Da Rimini sfida del benessere che coinvolge 230 mila operatori

Pat

Rimini, 12 ott. (askanews) - Aumentare l'informazione sulla salute e contro l'abusivismo professionale a tutela non solo dei pazienti ma anche degli operatori sanitari. E' la sfida che ha visto in prima fila la neo costituita Federazione nazionale degli Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, che rappresenta in Italia 235 mila professionisti.

Il presidente della Federazione, Alessandro Beux, al primo congresso nazionale a Rimini, ha spiegato le ragioni che hanno portato alla costituzione di un nuovo maxi ordine che raccoglie 19 professioni sanitarie differenti.

"Si sostiene che le migliori cure in ambito socio-sanitario sono quelle garantite da un'équipe multi professionale che riesce bene a interagire - ha spiegato Beux -, però ci diventa difficile da realizzare se poi i percorsi formativi sono differenti e separati e se i riferimenti istituzionali e associativi sono differenti e separati. Quindi abbiamo detto: per quel che possiamo proviamo ad aggregare. E' partito questo progetto che qualcuno riteneva fosse folle e che invece con il congresso viene consacrato". (segue)