Dagli esami delle urine riscontrato metadone

·1 minuto per la lettura
neonata in coma a lucca
neonata in coma a lucca

Una neonata di 40 giorni è arrivata al pronto soccorso dell’ospedale di Lucca in coma per un arresto respiratorio. La piccola è stata sottoposta ad un esame delle urine, grazie al quale sono state scoperte delle tracce di metadone. Al momento la mamma è indagata.

Neonata in coma a Lucca

La neonata, vista la gravità della situazione, è stata trasferita d’urgenza presso l’ospedale di Pisa, mentre sulla vicenda è stata aperta un’inchiesta. La mamma della bambina risulta indagata. I genitori hanno portato la piccola al pronto soccorso l’11 marzo, spiegando ai medici di averla trovata nel lettino che respirava molto male. La neonata è arrivata in ospedale in coma per via di un arresto respiratorio. Sul caso è stata aperta un’indagine della squadra mobile della questura di Lucca e la madre della piccola risulta al momento indagata.

La piccola è stata intubata e non presentava segni di eventi traumatici che potessero spiegare lo stato di coma. Per fortuna adesso la neonata riesce a respirare da sola, come riportato dalla polizia. Le analisi delle urine avevano rivelato un tasso di metadone pari a 1.644 ng/ml. Si risulta positivi con un tasso superiore a 100. Per quanto riguarda la cocaina, invece, il tasso era di 74 ng/ml. Anche per questa sostanza la positività parte da un tasso a cento. Il tasso così elevato di metadone conferma che è stato somministrato alla piccola. Gli accertamenti hanno appurato che la madre non la allatta. La conferma della somministrazione ha portato la madre ad essere indagata.