Dagli hotel ai traghetti, quanto aumenta il costo delle vacanze

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
(Photo by Emanuele Perrone/Getty Images)
(Photo by Emanuele Perrone/Getty Images)

Il Coronavirus incide anche sulle nostre vacanze. Per recuperare dal lungo periodo di chiusura e dalle spese di sanificazione e distanziamento, ci potrebbe essere un rincaro generalizzo fino al 20%. E' la previsione del Codacons, secondo cui una vacanza di 10 giorni potrebbe passare da una spesa a testa di 736 euro a 883 euro.

LEGGI ANCHE: Ecco i Paesi ancora off limits per gli italiani

Dagli hotel agli appartamenti

Secondo i dati, si va da un aumento del 9% sulla ristorazione all'8% delle strutture ricettive. A riguardo, si registra un forte spostamento della domanda dagli alberghi agli appartamenti, ritenuti più sicuri. Per il sito Casa.it, richieste quadruplicate per abitazioni in affitto con piscina in Sicilia, Liguria e Toscana, ma anche maggiore interesse per luoghi come Valtellina (+234%), Bormio (+157%) o Cernobbio (+71%).

I trasporti

Rialzo dei prezzi poi anche per il settore dei trasporti. I mesi di lockdown e le misure anti-contagio previste si faranno sentire sia sul comparto aereo che per navi e traghetti. Per il primo, il Codacons prevede un aumento dei biglietti del 15%, per il secondo del 12%.

LEGGI ANCHE: Riapertura 3 giugno, ecco le restrizioni ancora in vigore

In vacanza un italiano su 2

Visto anche l'impoverimento generale del Paese, solo un italiano su 2, il 51%, andrà in vacanza questa estate, denuncia l'associazione.

Scopri @Yahooita, seguici anche su Instagram!

GUARDA ANCHE: Le regole per andare in vacanza